Sei in Gweb+

benemerenze

Tutte le candidature al Sant'Ilario. Fidas, oltre tremila segnalazioni

05 gennaio 2020, 05:08

Tutte le candidature al Sant'Ilario. Fidas, oltre tremila segnalazioni

È ormai iniziato il consueto conto alla rovescia per l'assegnazione della medaglia d'oro e degli attestati di civica benemerenza in occasione della festa di Sant'Ilario, patrono della città. il prossimo 13 gennaio.

CERIMONIA AL REGIO

La principale novità di quest'anno è il trasloco a sorpresa della cerimonia di premiazione dall'Auditorium Paganini, dove l'attuale sindaco Federico Pizzarotti l'aveva voluta trasferire a partire dal 2013 dalla storica sede dell'aula del consiglio comunale per favorire una maggiore partecipazione dei cittadini, al Teatro Regio. Lo storico teatro del Bettoli ospiterà così nel giro di poche ore prima, nel pomeriggio di domenica 12, la cerimonia ufficiale di inaugurazione dell'anno da Capitale della cultura italiana per Parma alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e, la mattina di lunedì 13, la consegna delle onorificenze cittadine e il discorso del primo cittadino in occasione di Sant'Ilario, forse alla presenza (ancora però non confermata) del premier Giuseppe Conte.

MEDAGLIA E ATTESTATI

Come è sempre avvenuto da quando è in carica Pizzarotti tranne in un'occasione, dovrebbe essere una sola la medaglia d'oro assegnata, mentre gli attestati di benemerenza dovrebbero essere sei, forse sette.

FIDAS ADAS SUPERSTAR

Nelle segnalazioni al Comune, che sono state possibili sino a fine dicembre, la parte del leone l'ha fatta l'associazione di donatori del sangue Fidas/Adas, presieduta dal 2014 dall'assessore comunale alla Scuola Ines Seletti, che ha ottenuto ben 3.167 segnalazioni. Fra le singole persone, a prevalere è lo storico volontario dell'Aism (Associazione italiana sclerosi multipla) Claudio Simonazzi, molto «gettonato» anche dai lettori del nostro sito che ha ottenuto 48 segnalazioni. Sono 56 anche i cittadini che hanno invece espresso una preferenza per «Il Teatro del Cerchio» che proprio di recente ha annunciato la sospensione dell'attività a causa della mancanza di una sede dopo i lavori di ristrutturazione del teatro della scuola Anna Frank e la mancata conferma della collocazione provvisoria all'auditorium Toscanini di via Cuneo. Fra chi ha ottenuto più di una segnalazione ci sono il medico del Centro oncologico Marco Alfredo Arcidiacono (9), il servizio Arianna dell'Unitalsi (8) e, sempre nel campo dei medici, Luigi Fecci (5) e Maria Majori (4). Da sottolineare poi le 16 persone che hanno proposto il gruppo Facebook San Leonardo, che, in caso di premiazione, vedrebbe per la prima volta un gruppo social essere premiato. Fra gli altri nomi suggeriti quelli dell'esplosivista Danilo Coppe, dell'ex fotoreporter e giornalista della «Gazzetta» Giovanni Ferraguti, del fotografo Romano Rosati e persino una segnalazione per il sindaco Pizzarotti. Riconoscimenti alla memoria vengono proposti per il creatore della MotoBefana Claudio Guareschi, per il libraio e membro del Club dei 27 Giuseppe Azzali, per l'attore e regista Umberto Fabi e per il maestro di coro Romano Gandolfi. Fra le associazioni, richieste anche per quella del Diabete mellito e della Polizia di stato.

DECISIONE A METÀ SETTIMANA

La scelta definitiva toccherà, come sempre, alla Giunta comunale che, in base a quanto più volte dichiarato negli anni scorsi, dovrebbe tenere conto delle indicazioni arrivate dai cittadini e che nei prossimi giorni incontrerà anche i consiglieri comunali. Per la medaglia d'oro potrebbe esserci anche il ritorno a uno scienziato, dopo quelle assegnate in passato a Giacomo Rizzolatti e Piero Anversa. E il nome potrebbe essere quello di Vittorio Gallese, illustre allievo di Rizzolatti e che nel 2019 ha ricevuto due importanti premi internazionali. Fra le benemerenze potrebbe esserci la novità di un riconoscimento a un'attività storica del centro città (si parla della cappelleria Vender o dell'Hotel Button), mentre in ambito sportivo potrebbe essere premiato il guardalinee internazionale Filippo Meli.

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA