Sei in Gweb+

IL SUICIDIO DI FIDENZA

Ciani, la sua «Ti lascerò» vinse a Sanremo nel 1989

06 gennaio 2020, 05:07

Ciani, la sua «Ti lascerò» vinse a Sanremo nel 1989

VANNI BUTTASI

Franco Ciani era un nome conosciuto nella musica leggera italiana: aveva scritto canzoni di successo per Anna Oxa, la sua prima moglie, e per Fiordaliso. Una carriera che aveva avuto il suo apice di successo con «Ti lascerò», un brano cantato in coppia da Anna Oxa e Fausto Leali che vinse il Festival di Sanremo nel 1989.

Ma meritano di essere ricordate anche canzoni come «Quando nasce un amore», incisa da Anna Oxa e presentata a Sanremo nel 1988, «Avrei voluto» all'Eurofestival 1989 cantata da Oxa-Leali, «Il mare più grande che c'è (I love man)» interpretata da Fiordaliso, sempre a Sanremo, nel 1991 e portata al successo internazionale da Laura Branigan (quella di «Gloria») con il titolo «Don't talk away», e «Saprai» dell'inedita coppia Fiordaliso-Roby Facchinetti, che si distinse al Festivalbar nel 1991.

Ciani, che aveva sposato nel 1980 la Oxa, ebbe un rapporto speciale con la moglie per la quale scrisse anche nel 1986 «E' tutto un attimo», in gara a Sanremo, e nel 1989 «Tutti i brividi del mondo», che poi venne messa in disparte in quanto al Festival della canzone la cantante barese presentò, in coppia con Leali, proprio «Ti lascerò».

Proprio in questi mesi lo stesso Ciani, come ricorda in un'intervista l'impresario e amico di una vita Nando Sepe, stava lavorando ad un progetto musicale per il prossimo Sanremo con la giovane cantante Barbara De Santis: lei avrebbe cantato un brano in coppia con l'ex Matia Bazar Roberta Faccani ma la canzone era stata scartata dal Festival. E questa decisione, forse, ha aggravato ulteriormente lo stato d'animo di Franco Ciani. «Purtroppo - si rammarica Sepe, in un'intervista - non ho capito fino in fondo il suo malessere».

Il musicista, autore e produttore - dopo la conclusione del matrimonio con Anna Oxa - si era risposato con Manuela Falorni, della quale era stato manager quando lei era una pornostar con il nome di Venere Bianca e viveva a Viareggio. E la stessa Falorni affida a Facebook il suo pensiero sul tragico destino del marito: «Cercare conforto su una tastiera del telefono, ritrovarmi a scrivere vedova, il senso di precarietà che già mi accompagnava da troppi anni sembra che debba rinnovarsi ogni stagione... Arriverà un momento di calma piatta? Non cerco serenità perché so già che non potrò mai averla più, ma almeno la calma piatta, dove puoi pensare che per almeno qualche anno non avrai dolori nuovi da metabolizzare, dove potrai solo concentrarti sui piccoli momentanei piaceri che cerchi di costruirti con grande impegno e sacrificio».

E poi conclude: «Dentro si muore piano piano, lentamente, non c'è più tempo per ricominciare da capo. Nulla e nessuno potrà regalarmi tutto il bello e tutto il brutto che mi hai dato. Quindi ora ho da fare. Da lavorare su me stessa. Per essere forte per chi ha ancora bisogno di me. Perché se prima il motto era “siamo forti, troppo forti”, adesso mi rimane solo di autoconvincermi che adesso io devo essere “forte, troppo forte”».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

VANNI BUTTASI Franco Ciani era un nome conosciuto nella musica leggera italiana: aveva scritto canzoni di successo per Anna Oxa, la sua prima moglie, e per Fiordaliso. Una carriera che aveva avuto il suo apice di successo con «Ti lascerò», un...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal