Sei in Gweb+

Viabilità

Parma, una città in monopattino

06 gennaio 2020, 05:03

Parma, una città in monopattino

LUCA MOLINARI

Dal 1° gennaio i monopattini elettrici sono stati equiparati alle biciclette. A Parma, così come nelle altre città italiane, si possono quindi utilizzare liberamente questi mezzi (nel rispetto delle regole per il Codice della strada previste per le bici) oltre ai segway (biga elettrica). Ora l’intento del Comune è quello di prevedere un servizio di noleggio per i monopattini elettrici – attraverso Infomobility – così come già avviene per le bici e altri mezzi. Se tutto procederà secondo i programmi stabiliti, già in primavera sarà possibile noleggiare i monopattini elettrici attraverso una App.

«Essendosi dissolta l’iniziale complicazione normativa che ne rendeva complesso l’utilizzo – spiega Tiziana Benassi, assessore alle Politiche di sostenibilità ambientale – contiamo di portare in giunta entro fine mese o inizio febbraio l’avvio del procedimento, per fare in modo che venga emesso in tempi brevi un avviso pubblico per offrire questo nuovo servizio di noleggio. Il tutto, così come già avviene per le auto e le bici, sarà gestito da Infomobility».

L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è soprattutto quella di rendere il monopattino elettrico uno dei mezzi da proporre ai turisti per Parma 2020. «Si tratta di un mezzo davvero interessante e comodo per visitare il centro città – osserva Tiziana Benassi –. Assieme a Infomobility siamo al lavoro per offrire un servizio di noleggio in vari nodi intermodali, come la stazione; così facendo chi arriva in città potrà decidere se spostarsi in bici, in autobus o con questi mezzi innovativi e sostenibili. Stiamo inoltre valutando se prevedere una sorta di “corridoio” per consentire gli spostamenti a bordo dei monopattini dalla stazione al centro». Chi vorrà noleggiare un monopattino elettrico potrà farlo attraverso un’apposita App. «Il monopattino è un mezzo di facile utilizzo, pratico che sembra pensato appositamente per una città come la nostra, che si riesce a girare comodamente in sella a una bicicletta - precisa l’assessore -. Non a caso, nei mesi scorsi abbiamo provato per qualche tempo questo tipo di mezzi elettrici. Lo abbiamo fatto per capire se potevano essere utili per gli spostamenti in città. Le nostre impressioni sono state più che positive e siamo convinti che il monopattino elettrico diventerà un mezzo quasi indispensabile anche in una città come Parma». Parlare di rivoluzione della mobilità al momento può sembrare esagerato, ma potrebbe ripetersi quanto accaduto con l’arrivo delle prime bici elettriche in città, diventate ora un mezzo tra i più utilizzati dai parmigiani nei loro piccoli spostamenti. «L’intento – conclude la Benassi – è quello di posizionare i monopattini nelle varie postazioni di noleggio, al pari delle bici, così da offrire una valida alternativa ai tanti che visiteranno Parma in questo anno e in quelli a venire».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LUCA MOLINARI Dal 1° gennaio i monopattini elettrici sono stati equiparati alle biciclette. A Parma, così come nelle altre città italiane, si possono quindi utilizzare liberamente questi mezzi (nel rispetto delle regole per il Codice della...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal