Sei in Gweb+

Il caso

Multato in via Sauro, il giudice di pace annulla tutto

11 gennaio 2020, 05:08

Multato in via Sauro, il giudice di pace annulla tutto

MICHELE CEPARANO

Quest'estate era stato immortalato dalla telecamera e aveva ricevuto una multa di oltre cento euro per essere entrato con l'auto nell'isola ambientale tra via Nazario Sauro e borgo Giacomo Tommasini. L'avvocato napoletano Raffaele Avolio, però, ha fatto ricorso e ieri mattina il giudice di pace Simonetta Mazza quella multa l'ha annullata.

La multa il legale partenopeo l'aveva presa mentre si trovava a Parma per turismo e, dall'Hotel Button di borgo della Salina 7, a pochi passi da via della Repubblica e dal municipio, si è visto costretto, a causa di lavori in corso lungo borgo San Vitale, a imboccare via Nazario Sauro, unica alternativa per raggiungere via della Repubblica e, quindi, l'autostrada.

«Oltre al regolamento di Infomobility - dichiara il legale - fa testo l'ordinanza comunale che spiega che per l'isola ambientale vale il permesso della Ztl. Bisogna anche aggiungere che questo albergo per disposizione dell'amministrazione comunale si trova in una situazione restrittiva dal momento che i clienti devono seguire delle regole per raggiungere il parcheggio Goito, come se fosse un obbligo di legge». Poi, «nonostante il permesso della struttura di circolare nella Ztl, una ventina di persone ha ricevuto una contravvenzione per l'ingresso nell'isola ambientale».

Non tutti, però, esercitano la professione di avvocato e, dice Giorgia Cortesi, la cui famiglia è proprietaria del Button, «molti miei clienti hanno preso la multa e l'hanno pagata. Altre, invece, le abbiamo pagate noi dal momento che ci hanno minacciato di recensioni negative».

Inoltre, «specialmente i turisti stranieri fanno fatica ad arrivare fin qui e in diversi, nonostante i nostri ammonimenti, sbagliano strada. E la telecamera non perdona. Qualcuno ci ha anche accusato di non aver dato spiegazioni esaurienti. Quale ricordo di Parma resterà a queste persone? Qui non dovrebbero sentirsi perseguitati e, invece, se lasciano un attimo l'auto fuori dall'albergo lungo borgo San Vitale vengono immediatamente sanzionati. Inoltre, i cartelli non sono bilingui e i caratteri sono minuscoli. Non si potrebbe fare qualcosa di più?».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MICHELE CEPARANO Quest'estate era stato immortalato dalla telecamera e aveva ricevuto una multa di oltre cento euro per essere entrato con l'auto nell'isola ambientale tra via Nazario Sauro e borgo Giacomo Tommasini. L'avvocato napoletano...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal