Sei in Gweb+

Valbaganza

Calestano, chiude la ferramenta dopo 39 anni

di Antonio Rinaldi -

15 gennaio 2020, 05:04

Calestano, chiude la ferramenta dopo 39 anni

 

CALESTANO Con la fine del 2019 ha chiuso i battenti la ferramenta di Calestano.

Non è certo una novità che molti negozi in montagna cessino l’attività a causa dello spopolamento e della concorrenza dei grandi centri a valle, ma qui in realtà la storia è tutta diversa, anche se purtroppo la sostanza resta sempre quella, un importante servizio che viene meno al paese.

La storia della ferramenta di Calestano è legata a doppio filo a quella di una donna (fatto insolito per questo tipo di negozio, almeno una volta) Silvana Montali, che ben 39 anni fa accettò il consiglio e l’invito del padre che si offrì di aprirle il negozio con una frase che sembra in effetti ancora attuale «Due servizi non potranno mai mancare a Calestano, la farmacia e la ferramenta».

Silvana accettò con entusiasmo e si gettò a capofitto in questa attività mandandola avanti per 39 anni, tra le mille difficoltà di lavorare sempre da sola, per altro con una clientela prettamente maschile e inizialmente scettica verso una donna ferramenta.

«Ora però - dice Silvana - non ce la facevo proprio più, lavorare da soli in un negozio del genere è impossibile, sono arrivata ad avere fino a 25.000 articoli a catalogo. Questo è un lavoro in cui bisognerebbe esser almeno in due, meglio se una famiglia; la mia clientela, per dire, spesso chiedeva piccola manodopera oltre alla fornitura dei pezzi e io, da sola, non ho mai potuto garantire questo. Senza contare che in 39 anni mi è toccato venire a lavorare in ogni condizione di malattia, indisposizione, stanchezza; dunque ho deciso di dire basta, devo mettere avanti la mia vita. Mi spiace per il servizio che viene a mancare al paese (ora si dovrà andare o a Felino o a Berceto, ndr) e mi spiace soprattutto che nessuno, pur sapendo ormai da un anno che stavo chiudendo, si sia fatto avanti per rilevare l’attività. Comunque non ho dubbi sulla mia scelta, ora si guarda solo avanti, può essere che inizi un commercio di ferramenta on line, questo devo ancora deciderlo, ma soprattutto mi dedicherò e a un nuovo progetto: quello di realizzare un bed and breakfast che poi gestirò, un lavoro che comunque mi lascerà molta più libertà, oltre al piacere di cambiare dopo tanti anni di un lavoro che pure ho amato e amo».