Sei in Gweb+

Trasporti

Aumentano i taxi: in arrivo dodici nuove licenze

17 gennaio 2020, 05:05

Aumentano i taxi: in arrivo dodici nuove licenze

Luca Pelagatti

 

Prima le festività di fine anno, poi il grande evento di presentazione di Parma 2020. Infine la visita del presidente Mattarella.

Momenti importanti, eventi di grande prestigio per la città che però hanno messo in risalto, e non è la prima volta che accade, che la circolazione tende ad andare in affanno. Non solo: l'altra conseguenza è che chi debba salire su un taxi rischia di dover aspettare chissà quanto. O, peggio, mettersi il cuore in pace. Ed iniziare a camminare. Da parte di molti, allora, sono state espresse lamentele e presentate richieste di correttivi. Ma, forse, qualcosa si sta muovendo.

«Siamo consapevoli di questa esigenza e stiamo preparando una risposta adeguata», replica l'assessore al Commercio e alle Attività produttive, Cristiano Casa. Che annuncia: «I taxi aumenteranno».

Una scelta che arriva dopo che, da parte dell'Amministrazione, si sono analizzate le richieste della cittadinanza e ci si è confrontati con i rappresentanti dei taxisti, dopo che si è analizzata la situazione nelle città vicine e si è guardato in prospettiva quello che potrà accadere a Parma in futuro. E in una città sempre più aperta verso l'esterno e concentrata sul turismo l è facile da ipotizzare che la richiesta di mobilità potrà essere sicuramente destinata a crescere.

«Ecco perché la prossima settimana presenteremo il bando per il rilascio di dodici nuove licenze per taxi - prosegue Casa che spiega come il progetto punti a far salire il numero delle attuali settantotto auto pubbliche a novanta. Riducendo code e aumentando la disponibilità di mezzi per la cittadinanza.

«In dettaglio abbiamo pensato ad un piano che tenga conto sia delle esigenze ambientali sia delle richieste da parte delle fasce più deboli. Delle dodici auto infatti due dovranno avere caratteristiche particolari che le rendano adatte al trasporto dei disabili. In questo caso, viste le esigenze di maggiore potenza richieste per il mezzo, che dovrà essere in grado di trasportare chi si muove con la carrozzina, permetteremo di utilizzare auto con doppia alimentazione benzina-gpl o benzina-metano ma anche, se fosse necessario, anche con diesel a basso impatto ambientale. Per le rimanenti dieci, invece, abbiamo pensato all'aspetto ambientale: e si potranno utilizzare solo auto ecologiche - e quindi elettriche - o con una doppia alimentazione che, comunque, preveda l'opzione elettrica».

Quattro ruote verdi, insomma. E visto che l'uso dell'auto pubblica è prevalentemente pensato per chi si sposta tra centro e periferia è una scelta quasi obbligata.

«Il bando dovrebbe essere presentato a breve e prevediamo un tempo di circa sei settimane per raccogliere le richieste. Poi si passerà alla fase operativa».

Insomma, entro l'estate le zone di sosta delle auto bianche potranno essere più affollate. E le attese ridotte. «I dettagli saranno definiti dopo la presentazione del bando la prossima settimana. Ma si può già parlare anche di cifre: per le auto destinate al trasporto anche di disabili il rilascio della licenza sarà vincolato al versamento al Comune di una cifra di 130mila euro. Per le altre licenze invece la somma sarà di 160mila euro».

Un costo certamente importante ma assolutamente in linea con gli standard nazionali. Anzi, secondo alcuni addetti ai lavori, addirittura inferiore. In altre città infatti girano costi molto più elevati e in ogni caso le licenze sul mercato sono poche. Ma ora Parma vuole ricominciare a correre. E per farlo servono anche un po' di auto bianche in più.

 

 

Luca Pelagatti Prima le festività di fine anno, poi il grande evento di presentazione di Parma 2020. Infine la visita del presidente Mattarella. Momenti importanti, eventi di grande prestigio per la città che però hanno messo in risalto, e non è...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal