Sei in Gweb+

MANOVRA 2020

Tra bonus, contributi e mini tasse la famiglia è «servita»

di Patrizia Ginepri -

17 gennaio 2020, 05:07

Tra bonus, contributi e mini tasse la famiglia è «servita»

 

La Legge di Bilancio 2020 consegna agli italiani un consistente pacchetto di misure che avranno un impatto sulla vita quotidiana delle famiglie, sull'attività delle imprese e sul lavoro. Norme modificate, aumenti, proroghe, agevolazioni che è bene conoscere, per essere pronti anche a cogliere le eventuali opportunità.

 

FISCO

NESSUN AUMENTO DELL’IVA

La misura principale della legge di Bilancio non riguarda l’introduzione di una norma pro-crescita, ma la cancellazione di un automatismo che avrebbe effetti recessivi. Il governo ha trovato i 23 miliardi necessari a evitare che dal primo gennaio scattino gli aumenti delle aliquote Iva previsti dalle clausole di salvaguardia. Questo per il 2020.

ABOLITA LA TASI

Eliminazione della Tasi e applicazione di una sola forma di prelievo immobiliare che ricalca le regole Imu. L'aliquota di base è all'8,6 per mille e può essere aumentata fino al 10,6 per mille.

TASSA SULLA FORTUNA

Novità in arrivo anche per i giochi. Dal primo marzo il prelievo fiscale sulle vincite salirà in base a questo schema: 20% sulle vincite superiori a 500 euro per ogni gioco (cmpreso il gratta e vinci)

20% sulle vincite superiori ai 200 euro con le new slot, a partire dal 15 gennaio.

SUPERTICKET

Dal primo settembre del 2020 sarà abolito il “superticket”, cioè la quota del costo delle prestazioni a carico dei cittadini. A questo scopo sono stati stanziati 185 milioni per il 2020 e 554 milioni l’anno a partire dal 2021.

FAMIGLIE

BONUS BEBÈ

Bonus esteso a tutti i nuovi nati (o adottati) da gennaio 2020, senza soglie di reddito. Verrà erogato per 12 mensilità con importo variabile da 80 a 160 euro in base all'Isee del nucleo familiare.

BONUS ASILO

Da gennaio 2020 è stato potenziato il bonus per tutti i frequentanti degli asili nido: rispetto agli attuali 1.500 euro annui salirà fino a 3mila euro in base all'Isee del nucleo. L'aumento a 3mila euro andrà solo alle famiglie con Isee inferiore a 25mila euro, un target cui spesso sono già destinate rette agevolate o misure di sostegno: il bonus scende a 2.500 euro se l'Isee è compreso tra 25mila e 40mila euro. Resta 1.500 con Isee superiore.

CONGEDO NEO PAPÀ

Rifinanziato, ma solo per il 2020 il congedo obbligatorio per i neo papà, esteso da 5 a 7 giorni lavorativi.

TETTO PER I CONTANTI

Entrerà in vigore gradualmente la stretta sull'utilizzo del contante nei pagamenti. Da 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 il divieto di utilizzo del contante ha un tetto di 2mila euro, mentre dal 1° gennaio 2022 scenderà a 1.000 euro.

BONUS PAGAMENTI ONLINE

Viene introdotto un credito d'imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con carte di pagamento a decorrere dal 1° luglio 2020.

BONUS FACCIATE

Arriva una nuova detrazione fiscale al 90% sulla ristrutturazione, il restauro e perfino la manutenzione ordinaria delle facciate esterne dei palazzi. Sarà valida solo sul reddito delle persone fisiche (è saltata l’estensione agli alberghi).

ECOBONUS

L’ecobonus viene prorogato al 2020. Si tratta di una detrazione Irpef o Ires cui si ha diritto quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici. Per la maggior parte dei lavori l’ecobonus è pari al 65%, ma in alcuni casi si scende al 50% (infissi, schermi solari e impianti di climatizzazione).

RISTRUTTURAZIONI

Prorogata anche la detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per ristrutturare sia le singole unità immobiliari sia le parti comuni dei condomìni. È previsto un limite di spesa di 96mila euro, per cui lo sconto massimo è di 48mila euro.

IMPRESE E LAVORO

SUPER E IPER-AMMORTAMENTO

Il superammortamento e l’iperammortamento concessi negli ultimi anni per gli investimenti previsti dal Piano Impresa 4.0 si trasformano in un credito d’imposta. Ecco le percentuali: 40% in 5 anni su investimenti fino a 2,5 milioni di euro per i beni necessari alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese; 20% sugli stessi investimenti, ma per la quota di investimenti che eccede i 2,5 milioni fino al limite massimo di 10 milioni; 15% sugli investimenti fino a 7mila euro in beni immateriali, come i software; 6% su tutti gli altri investimenti fino a 2 milioni.

PLASTIC TAX E SUGAR TAX

La nuova imposta entrerà in vigore a luglio e, nella sua ultima versione, vale 45 centesimi per ogni chilogrammo di imballaggi monouso in plastica o in tetrapak. Prevista l’esenzione per i prodotti in plastica riciclata e per quelli composti da più materiali con una componente di plastica inferiore al 40%. La tassa sulle bevande analcoliche zuccherate vale 10 centesimi al litro e partirà da ottobre del 2020.

TAGLIO AL CUNEO FISCALE

Per la riduzione del cuneo fiscale (cioè la differenza fra la retribuzione lorda e netta) vengono stanziati 3 miliardi di euro per il 2020 e 5 miliardi a partire dal 2021. La misura entrerà in vigore da luglio e riguarderà chi guadagna meno di 35 mila euro lordi l’anno, ovvero circa 15 milioni di lavoratori che riceveranno in media un centinaio di euro in più al mese.

APPRENDISTATO

Per i contratti di apprendistato di primo livello è previsto uno sgravio contributivo del 100% nei primi tre anni di rapporto di lavoro, fermo restando l'aliquota del 10% per gli anni successivi al terzo. La novità interessa i datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di addetti pari o minore di nove.

BONUS ECCELLENZE

Diventa operativo per il 2019 l'esonero contributivo previsto dalla legge 145/2018 e mai attuato dall'Inps: riguarda le assunzioni di giovani laureati con 110 e lode o in possesso di un dottorato di ricerca.

PENSIONI