Sei in Gweb+

Borgo delle Colonne

Tentano di rapinarlo mentre passeggia con il cane

18 gennaio 2020, 05:06

Tentano di rapinarlo mentre passeggia con il cane

LUCA PELAGATTI

Era uscito per portare il cagnolino alla solita passeggiata serale. E' rientrato di corsa, spaventato, inseguito da un gruppo di balordi che lo volevano rapinare.

E' successo l'altra sera, in pieno centro, in piazzale Salvo D'Aquisto, poco prima di mezzanotte. La vittima è un uomo di una cinquantina d'anni che abita a poca distanza e che senza timore stava camminando in borgo delle Colonne, quando è stato avvicinato da un gruppetto di persone. Che non avevano nessuna voglia di chiacchierare.

Da quello che si è riuscito a capire quelle persone lo hanno circondato, e uno in particolare ha subito spiegato quale fossero le loro intenzioni. «Adesso ci dai il cellulare senza dire nulla. Altrimenti ti massacriamo di botte».

Un uomo da solo, tranquillo contro un gruppo di giovani evidentemente decisi e pronti a fare male. Nessuno avrebbe potuto reagire. E quell'uomo non ha infatti nemmeno provato a lottare. In compenso ha cominciato a chiedere aiuto, suonando i campanelli delle case mentre arretrava verso casa. Con la speranza di mettersi in salvo. Ma gli aggressori lo hanno marcato stretto e solo grazie alla sua rapidità e a un pizzico di fortuna il fuggitivo è riuscito a svicolare. Passo dopo passo ha arretrato, urlando e cercando di attirare l'attenzione di qualcuno.

Alla fine la moglie ha sentito le sue grida: affacciata alla finestra, si è aggrappata al telefono per chiamare il 112 e a quel punto la banda di rapinatori ha intuito che il colpo era fallito e che nel giro di poco sarebbero arrivati i carabinieri. Con un rapido dietro-front sono scomparsi nei borghi. Solo uno si è attardato sperando ancora di prendere quel telefono, ma gli è costato caro. I militari di Parma centro sono arrivati in pochi minuti e lo hanno trovato mentre cercava di defilarsi.

E' stato fermato e identificato: si tratta di un 24enne nato in Italia ma di origine marocchina e ben noto alle forze dell'ordine. Per lui è scattato l'arresto e ora si trova in cella in via Burla con l'accusa di tentata rapina aggravata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA