Sei in Gweb+

Fidenza

Schianto, muoiono Gabriele Zambon e la nuora incinta

20 gennaio 2020, 05:04

Schianto, muoiono Gabriele Zambon e la nuora incinta

La città è sconvolta per la tragica fine di Gabriele Zambon e della nuora, in attesa di un bimbo, morti in uno schianto terribile avvenuto sull'Autostrada del Sole a Casalpusterlengo. L'incidente è avvenuto giovedì ma se n'è avuta notizia soltanto nelle ultime ore.

L'auto su cui viaggiavano Zambon, 76 anni, e la nuora 24enne Risqi Prasetiasih, si è schiantata contro un tir fermo in una piazzola di sosta. È successo verso le 12.30, sull'Autostrada A1 tra Casalpusterlengo e Lodi, in direzione Milano. L'urto - come riportano siti on line della Lombardia - è stato violentissimo, devastante, tanto che l'automobile è finita per metà sotto il mezzo pesante. Per gli occupanti dell'auto, una Fiat Stilo, non c'è stato nulla da fare.

Le cause dello schianto sono tutte da chiarire «e resta da accertare - scrive MilanoToday - perché Zambon, che era alla guida, abbia sterzato verso destra andando a incastrarsi sotto il tir, il cui conducente, un 33enne, era nella cabina». La notizia della terribile fine di Gabriele Zambon è rimbalzata soltanto ieri in città lasciando sgomenti e sentitamente addolorati tutti coloro che lo conoscevano. Era originario di Pordenone ma da molti anni si era trasferito a Fidenza. Prima aveva abitato a Fornio e ora in città, zona Avis.

Antiquario, con il suo banco partecipava a fiere e mercatini ed era molto conosciuto. Da qualche anno si era ritirato dal commercio. Rimasto vedovo, con un figlio da tempo trasferitosi in Germania, aveva sposato in seconde nozze Tini, indonesiana, con la quale viveva a Fidenza insieme ai due figli di lei. Lo scorso novembre il maggiore, Gilang, che lavora in un negozio fidentino, si era sposato con Risqi. La coppia era ora in attesa di un bambino.

La famiglia quindi stava vivendo mesi di incredibile felicità prima per le nozze poi per la notizia del lieto evento in arrivo. Una felicità disintegrata insieme alle lamiere e ai vetri della Stilo finita sotto un autoarticolato lungo una corsia di autostrada. Ora restano lacrime e sconforto. Tini, la moglie di Gabriele, in queste ore è a Milano a casa della sorella: la trafila scientifico-burocratica (fra cui l'autopsia) in questi casi è lunga, complessa, dolorosissima. Nessuna certezza quindi sulla data dei funerali.

Come riporta il sito «MilanoToday», i primi a ricordare Gabriele e Risqi sono stati i membri di «Pii Milano» un'associazione che riunisce gli indonesiani sotto la Madonnina: «Da Dio siamo e a lui torniamo - hanno scritto -. La grande famiglia di Pii Milano esprime le più sentite condoglianze per la scomparsa di Gabriele Zambon, amato marito della sorella Tini, e della nuora Risqi Prasetiasih, amata moglie di Gilang».

Un'amica fidentina riassume con le sue parole pronunciate con voce rotta dalla commozione tutto il dolore che stanno vivendo coloro che conoscevano Gabriele: «Ancora non riesco a crederci, nessuno riesce a crederci. Eravamo un gruppo molto legato. Mi ha avvisato una vicina. Una notizia davvero tremenda. buon viaggio, Gabriele».

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA