Sei in Gweb+

TALENT

Marisa, una parmigiana a Masterchef

22 gennaio 2020, 05:05

Marisa, una parmigiana a Masterchef

La prima cosa che noti sono gli occhi: azzurri. Come il mare di una vacanza che non si dimentica. E poi le mani: che si muovono veloci, precise, instancabili. E creano piatti che apparecchiano un sogno: il suo, quello della svolta. C'è anche una parmigiana (seppure d'adozione) tra i concorrenti della nona edizione di Masterchef Italia, il famoso talent di cucina di Sky: si chiama Marisa Maffeo, ha 34 anni, ed è originaria di Castel San Lorenzo, in provincia di Salerno, ma ha studiato e ora vive nella nostra città, dove ha lavorato come infermiera. L'aspirazione però è quella di diventare una grande chef: una passione, quella per la cucina, nata - come racconta sul sito del programma - da bimba, quando a 11 anni, mentre i suoi genitori non c’erano per lavoro, preparava da mangiare per lei e i suoi fratelli. Una volta arrivata a Parma, da studentessa, la storia si ripete: Marisa ha iniziato a cucinare per se stessa, poi per coinquilini e amici sempre più numerosi e infine per il fratello, che si è trasferito nella nostra città due anni fa.

Modella per hobby e un po' crocerossina nella vita, si definisce energica e lunatica: ai giudici ha raccontato che è a Masterchef per mettersi alla prova. E per ora ce l'ha fatta alla grande: se sei aspiranti cuochi sono già stati eliminati, lei figura a pieno diritto tra i migliori 14. E la speranza è che possa andare molto avanti nel corso del programma, che conoscerà prossimamente anche un'esterna proprio a Parma, quella registrata lo scorso giugno. Ma per guadagnarsi il grembiule Marisa ha dovuto sudare: i suoi gnocchi in crema di basilico e gamberi cotti in vasocottura sono promossi da Barbieri e Locatelli, ma non convincono del tutto chef Cannavacciuolo. Da lì altre prove, con la pasta fresca (il suo forte) che le regala una grande opportunità: «Hai fatto un capolavoro» le dice Barbieri consegnandole il grembiule che vale un posto nel talent. Dove per poco non entra anche un altro parmigiano, il simpaticissimo Andrea Poli, che, nonostante la stima dello chef bolognese, si ferma a un passo dal sogno.

Marisa invece sfrutta bene la sua occasione: nella quarta puntata il suo piatto finisce tra i tre migliori, mentre nella quinta l'«Uovo nuvola» conquista anche Cannavacciuolo. Ma persa la prova a squadre si ritrova al pressure test: e le tapas la mettono in difficoltà. Rischia l'eliminazione ma si salva all'ultimo: lacrime, sospiri di sollievo. E tanta voglia di fare vedere quello che vale già dalla puntata di domani.

fil. m.