Sei in Gweb+

IL RACCONTO DI UNA 19ENNE

«Io, scippata e derubata in pochi giorni»

24 gennaio 2020, 05:08

«Io, scippata e derubata in pochi giorni»

LUCA PELAGATTI

Lo sanno tutti: per prelevare al bancomat servono una tessera e un pin. Per quel senegalese 22enne, ben noto alle forze dell'ordine, invece bastava molto meno: ovvero la faccia dura e i pugni svelti. E i soldi saltavano fuori.

Lo ha scoperto, suo malgrado, un parmigiano 52enne che l'altra notte, intorno all'una, si è fermato nello sportello automatico di una banca di via Verdi. Voleva ritirare 50 euro. Ed invece è finito all'ospedale.

Il passante, infatti, senza immaginare neppure di correre un rischio in una strada così centrale, ha messo in tasca la banconota quando è stato aggredito di colpo dall'immigrato che non ha perso tempo a minacciare o dare ordini. No, il senegalese è passato direttamente alle maniere forti colpendo in faccia la vittima che è finita a terra. Dando tempo al rapinatore di infilargli la mano in tasca e arraffare il denaro.

Poi la fuga mentre in via Verdi sono arrivate una pattuglia della questura e un'ambulanza che ha accompagnato il ferito all'ospedale. Al pronto soccorso i medici hanno stilato una prognosi di dieci giorni per l'uomo mentre gli agenti hanno perlustrato per un po' la zona. Senza però trovare traccia dell'aggressore che sembrava sparito.

Ma si trattava solo di una illusione: la vittima della rapina infatti, dopo circa due ore in ospedale è stato dimesso dai medici e, provato dalla brutta esperienza, si è diretto verso casa. Probabilmente sperava solo di potersi mettere a letto e dimenticare quella serata sbagliata ma non è andata così.

Arrivato infatti in via Trento, a poca distanza da casa si è trovato davanti il senegalese che lo aveva aggredito poco prima. Cosa sia successo di preciso non è dato sapere: secondo una prima ricostruzione lo straniero lo avrebbe assalito di nuovo provando a rubargli altro denaro. Oppure, potrebbe essere, il parmigiano gli ha inveito contro. Ma una cosa è certa: lo straniero gli è saltato addosso ancora colpendolo con forza. Stavolta però la fortuna ha scelto un finale diverso. Sul posto è passata una pattuglia dei carabinieri che ha visto la zuffa in corso. Ed è intervenuta. L'immigrato è stato fermato e arrestato con l'accusa di rapina e denunciato per lesioni e tentata rapina. A suo carico, come detto, una lunga lista di precedenti che ora è probabilmente destinata ad allungarsi: adesso si trova in cella in via Burla. Prudentemente lontano dai bancomat.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LUCA PELAGATTI Lo sanno tutti: per prelevare al bancomat servono una tessera e un pin. Per quel senegalese 22enne, ben noto alle forze dell'ordine, invece bastava molto meno: ovvero la faccia dura e i pugni svelti. E i soldi saltavano fuori. Lo ha...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal