Sei in Gweb+

PARMA 2020

Volontari in prima linea: quell'esercito gentile dell'accoglienza

25 gennaio 2020, 05:05

Volontari in prima linea: quell'esercito gentile dell'accoglienza

Dalla parata «People of Parma» al «Viaggio nella città d'oro», e poi le mostre, gli incontri, i concerti, l'arrivo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e tanto altro per un'apertura di Parma capitale italiana della cultura da record. La tre giorni inaugurale ha portato in città migliaia di visitatori in più rispetto ad un tranquillo weekend di pieno inverno. La camminata inaugurale, i molti eventi diffusi, le inaugurazioni hanno ricordato a tutti quale sia il vero volto di Parma: giallo, sì, anzi oro, come la preziosa Crisopoli degli antichi. Oltre ai turisti, in mezzo ai cittadini, c'erano soprattutto loro, i volontari che, per 72 ore hanno recitato il vero «Nessun dorma»: Calaf lo intonava al teatro Regio e loro lo mettevano in pratica in ogni azione, in ogni sorriso. Inossidabili, instancabili, pronti, generosi. Sono stati circa 130 fra volontari e attori non professionisti (fondamentale il legame con il Capas dell'Università) a comporre il team che l'assessorato alla Cultura del Comune ha schierato come esercito gentile dell'accoglienza.

Coordinati da Marina Pedrelli, il reclutamento dei volontari era avvenuto fra banchetti e moduli da completare in varie occasioni nei mesi scorsi. «La risposta è stata generosa ed affettuosa», spiegano dal Comune. Il team si era, poi, rodato fin dallo scorso autunno con un preciso «cursus» che aveva portato i volontari a cimentarsi al forum Unesco, poi nelle giornate di «I Like Parma». «Il successo del progetto ha vinto ogni fatica - spiega Pedrelli -. Molti volontari sono arrivati da fuori». C'è una ragazza che dopo l'esperienza di Matera capitale, non ha voluto mancare a Parma; c'è Michela che ringrazia, dicendo: «Ho ricevuto molto più di quel che ho dato». Ci sono i tanti parmigiani orgogliosi di raccontare storie della città che non conoscevano e ci sono i molti parmigiani adottivi che si sono sentiti accolti una volta di più. Un gruppo di attori non professionisti è stato, invece, selezionato, in collaborazione con il settore Cultura del Comune, dall'attore Rocco Antonio Buccarello con la collaborazione di Claudia Setaro, responsabile del Cut - Centro universitario teatrale. In poche settimane, hanno cercato fra i vari teatri della città, volti, voci e sguardi per impersonare Alessandro Farnese, Parmigianino, Barbara Sanseverino e altri avi illustri che hanno incuriosito e attratto 1400 visitatori al circolo di Lettura, più di 1200 persone a palazzo Municipale, 700 all'oratorio delle Grazie e così via nei dieci luoghi toccati dalla rassegna «Viaggio nella città d'oro» che ha contato oltre novemila partecipanti nel giorno di Sant'Ilario.

«Un lavoro intenso, in cui il poco tempo non ha scoraggiato nessuno, semmai creato un grande energia», spiega Buccarello. Tutti pronti a ricominciare: «A fine mese inizieremo un nuovo reclutamento» spiegano dal Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla parata «People of Parma» al «Viaggio nella città d'oro», e poi le mostre, gli incontri, i concerti, l'arrivo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e tanto altro per un'apertura di Parma capitale italiana della cultura da record. La...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal