Sei in Gweb+

Folgarida

Anche il personale dell'albergo è stato male: intossicazione o virus?

31 gennaio 2020, 05:07

Anche il personale dell'albergo è stato male: intossicazione o virus?

Virus o intossicazione alimentare? E' ancora tutta da chiarire la causa del malessere che ha messo «ko» tre scolaresche in un hotel a Folgarida: una di Imola, una di Pontedera e la media Pelacani di Noceto. Per ora, la Procura di Trento non ha aperto nessuna inchiesta: il magistrato sta infatti aspettando i risultati delle analisi compiute dai Nas. Risultati che dovrebbero arrivare a breve, probabilmente domani o lunedì.

Qualunque sia la causa, certo è che il malessere è stato devastante: dopo i ragazzi e i professori di Noceto, anche quelli di Imola nella notte tra mercoledì e ieri sono stati male: almeno 20 studenti e 6 adulti, tra cui persino il personale dell'albergo.

Le prime e le seconde medie di Noceto erano partite lunedì per una vacanza sulla neve, che doveva durare fino a ieri. Ma dopo i primi due giorni, tra sci e pigiama party, i 112 ragazzi e gli 8 prof accompagnatori hanno cominciato ad avvertire i primi sintomi di un contagio che è stato fulminante: 12 ragazzi insieme a una professoressa sono finiti all'ospedale e una sessantina di alunni ricoverati nell'ospedale da campo allestito nell'albergo: subito si è pensato a una intossicazione alimentare, ma poi si è ipotizzato anche un virus influenzale con vomito e diarrea. In pratica quasi tutta la comunità ospite dell'albergo di Folgarida è stata colpita dal pesante malessere.

«Una vacanza che non dimenticheremo - dice esausta la preside dell'istituto comprensivo di Noceto Paola Bernazzoli -, proprio per questa grossa disavventura: tutti siamo rimasti scossi. I ragazzi hanno iniziato a stare male alla mezzanotte di martedì e immediatamente un'insegnante mi ha telefonato per decidere il da farsi. Così è stato chiamato il 118. Dodici studenti e una professoressa sono stati ricoverati in ospedale. Per cui abbiamo avvertito subito i genitori. L'albergo è stato diviso in tre zone: una parte per accogliere i ragazzi che stavano ancora bene, un'altra per chi stava male e una terza per chi stava iniziando a stare meglio». Oltre ai genitori degli studenti che si trovavano in ospedale, anche i papà e le mamme di altri dieci ragazzi sono stati invitati a raggiungere Folgarida, proprio perché i loro figli non potevano viaggiare in corriera. Per gli altri, invece, è stato programmato il pullman: mercoledì pomeriggio, infatti, sono partiti da Folgarida 90 ragazzi e sei professori, grazie anche alla preside Bernazzoli e alla vice Francesca Saccani che alla mattina di mercoledì si sono precipitate nella località montana. «Praticamente tutti gli alunni della Pelacani in serata erano arrivati a casa - continua la dirigente scolastica -. Soltanto un bambino e la sua famiglia, insieme a noi sono rimasti in albergo per la notte. E proprio durante la notte di ieri, sono stati male gli studenti di Imola: si ipotizza anche un virus influenzale, fra le possibili cause, insieme all'intossicazione alimentare. Ma la causa certa la conosceremo soltanto quando arriveranno i risultati delle analisi dei Nas. I ragazzi hanno comunque mangiato i piatti del buffet con salumi, verdure, pasta al ragù e salsicce. L'albergo non è stato chiuso e nemmeno la cucina, a parte quando i Nas hanno dovuto prendere i campioni per le analisi». E i ragazzi hanno preso paura? «Più che paura - risponde la preside Bernazzoli - erano spossati e stanchi per il malessere: chiaramente c'era chi voleva la mamma. Fortunatamente sono stati assistiti da tanti bravi medici e infermieri, che non li hanno persi d'occhio, nemmeno un attimo»: E i genitori? «Tutti siamo in attesa di conoscere la causa di questa disavventura - chiude Paola Bernazzoli -. Anche i genitori continuano a domandarsi quale sia il motivo del malessere che ha colpito un'intera comunità in un albergo che peraltro noi frequentiamo da anni. Quando prenotiamo la vacanza siamo soliti prendere tutto il pacchetto dall'agenzia, con hotel e servizi. Comunque, il peggio sembra passato: l'assicurazione per i ragazzi e i professori non manca. E tutto dipenderà dalla causa, per definire le responsabilità». M.V.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Virus o intossicazione alimentare? E' ancora tutta da chiarire la causa del malessere che ha messo «ko» tre scolaresche in un hotel a Folgarida: una di Imola, una di Pontedera e la media Pelacani di Noceto. Per ora, la Procura di Trento non ha aperto...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal