Sei in Gweb+

Coronavirus

Mascherine introvabili nelle farmacie parmigiane

01 febbraio 2020, 05:07

Mascherine introvabili nelle farmacie parmigiane

PIERLUIGI DALLAPINA

Introvabili, sia al banco che nei magazzini, anche se qualche ultima e attesissima scorta sembra essere stata trovata. Chissà però se servirà a soddisfare l'enorme richiesta, perché il coronavirus fa sempre più paura e nelle farmacie della città di mascherine non ce ne sono più. I clienti preoccupati dalla diffusione del virus le hanno comprate tutte nel giro di pochissimi giorni, prima ancora che si sapesse del soggiorno a Parma dei due cinesi risultati positivi e ricoverati allo Spallanzani di Roma.

«Stiamo ricevendo miliardi di telefonate, soprattutto da parte di persone che devono viaggiare», ricorda Simona Bertocco, titolare della farmacia Costa alle prese, come quasi tutti i suoi colleghi, con la disperata ricerca di nuove mascherine, perché chi ha in programma un viaggio vuole proteggersi. Sempre che le mascherine possano fare qualcosa. In commercio si trova di tutto, da quelle semplici di carta, «che però non compra quasi più nessuno» avverte Silvia Ginocchio della farmacia Baganza, a quelle verdi che si usano nei reparti ospedalieri, fino ad arrivare a quelle con i filtri. «In questo caso si trovano mascherine con tre gradi di protezione, contraddistinte con le sigle Ffp1, Ffp2 ed Ffp3, che sono quelle che garantiscono più protezione», spiega Bertocco. «In generale, vuole comprare la mascherina chi dovrà viaggiare in aereo. Sono venuti anche alcuni cinesi che dovevano andare in Cina o che dovevano ospitare dei parenti. Ne abbiamo appena trovate una ventina in magazzino, ma nel giro di pochi minuti saranno già finite», prosegue. «Ci chiedono anche il vaccino antinfluenzale» dice. E il perché lo ha spiegato un cliente alla farmacista.

«Vengono, consigliati dal medico di famiglia, con la convinzione che possa rafforzare le difese immunitarie», rivela Ginocchio. Ma sulla reale efficacia dell'antinfluenzale non ci sono conferme ufficiali. In mancanza di mascherine e di vaccini, c'è chi ripiega sul gel igienizzante per le mani. «Abbiamo messo l'espositore con i flaconcini di gel. Diciamo che la pulizia delle mani è una buona norma di igiene da seguire sempre», ribadisce Giuseppina Del Porto, titolare della farmacia San Francesco.

 

PIERLUIGI DALLAPINA Introvabili, sia al banco che nei magazzini, anche se qualche ultima e attesissima scorta sembra essere stata trovata. Chissà però se servirà a soddisfare l'enorme richiesta, perché il coronavirus fa sempre più paura e nelle...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal