Sei in Gweb+

Dati 2019

Salso e Tabiano ancora in crisi: aumentano le vetrine spente

03 febbraio 2020, 05:05

Salso e Tabiano ancora in crisi: aumentano le vetrine spente

Attività commerciali, alberghiere e ricettive a Salso e Tabiano: tante sono state le saracinesche abbassate e le vetrine spente anche nel 2019.

LE CIFRE

Hanno chiuso i battenti infatti, fra negozi e locali pubblici, 27 attività, mentre sono state 10 le strutture ricettive che hanno cessato. Un dato superiore (in particolare per le attività commerciali) rispetto all'anno precedente e che segna una costante crisi del settore, un trend che è il medesimo a livello provinciale e nazionale. Nel 2018 infatti per quanto riguarda gli esercizi commerciali, avevano chiuso 23 attività mentre si erano avute anche quell'anno 10 cessazioni di strutture ricettive.

LA SITUAZIONE

Il polso della situazione si evince dai dati sulla rete distributiva commerciale e dei pubblici esercizi rilevati dall'Ufficio economico del Comune.

L'AGGIORNAMENTO

Dati, aggiornati alla fine del 2019, che vedevano attivi tra Salso e Tabiano 82 esercizi alimentari di vicinato, 204 non alimentari, 161 fra bar e ristoranti, 67 strutture alberghiere, 24 extralberghiere e 9 agriturismi. Nel complesso hanno «tenuto» gli esercizi alimentari di vicinato: le nuove aperture sono state 6 (rispetto alle 5 del 2018), i subingressi 1 (pari al precedente anno) mentre le cessazioni 2 (rispetto alle 3 del 2018). Nel settore non alimentare, le nuove aperture sono state 6 contro le 8 registrate nel 2018, 3 i subingressi (4 nel precedente anno) e 14 le cessazioni (contro le 12 del 2018).

LOCALI

Per quanto riguarda invece l'attività dei pubblici esercizi per la somministrazione (bar e ristoranti), sono leggermente aumentate le aperture: 6 le nuove (mentre erano state 4 nel 2018); alla pari i subingressi (12 l'anno scorso e nel 2018) mentre sono aumentate le chiusure, 11 contro le 8 del 2018.

LA TENUTA

Per quanto riguarda il settore alberghiero, questo ha sostanzialmente tenuto: nel 2019 ci sono state 2 nuove riaperture (come nel 2018), 4 sub ingressi (stesso dato del 2018 ) e 3 le cessazioni contro le 7 invece dell'anno precedente. È andata peggio per la voce extralberghieri (che comprende bed and breakfast, campeggi, appartamenti e case vacanze): una sola nuova apertura (erano state due nel precedente anno); nessun subingresso negli ultimi due anni, mentre ci sono state 7 cessazioni rispetto alle 3 dell'anno precedente. Una sola apertura invece alla voce agriturismi (nel 2018 nessuna), come pure nessun subingresso e cessazione.

A.S.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Attività commerciali, alberghiere e ricettive a Salso e Tabiano: tante sono state le saracinesche abbassate e le vetrine spente anche nel 2019. LE CIFRE Hanno chiuso i battenti infatti, fra negozi e locali pubblici, 27 attività, mentre sono state 10...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal
 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema