Sei in Gweb+

Bassa

Badante ruba una collana all'anziana: condannata

08 febbraio 2020, 05:07

Badante ruba una collana all'anziana: condannata

PARMA Accudiva un'anziana, ma nel frattempo si aggirava per casa cercando (e valutando) oggetti preziosi. Finché ha trovato quello che giudicava facesse al caso suo e l'ha rubato. Ma è stata smascherata.

È finita con una condanna ad un anno e due mesi e una multa di 300 euro la vicenda che ha visto protagonista una badante dell'est Europa che accudiva un'anziana nella Bassa.

La sentenza è stata emessa ieri mattina al Tribunale di Parma.

La storia si riferisce al 2014, quando i familiari dell'anziana, rimasta sola a casa e non più in grado di badare a se stessa, hanno deciso di assumere una badante. Una signora di mezza età che si era assunta l'impegno, oltre che di accudire la donna, anche di fare le pulizie di casa.

Nei primi mesi di lavoro tutto fila liscio. Figli e nipoti vengono spesso a trovare l'anziana, non ci sono problemi con la badante.

Il «bubbone» scoppia quando l'anziana scopre che è scomparsa una collana d'oro che teneva in un comò. I familiari cercano il monile dappertutto, immaginando una dimenticanza. Ma la collana non salta fuori.

Decidono allora di chiamare i carabinieri e sporgere denuncia. I militari chiedono alla donna chi ha abitualmente accesso in casa: «I miei familiari. E la badante ovviamente», è la risposta.

Nel frattempo, i carabinieri fanno una visita ad un negozio di compro oro che è proprio a poca distanza dall'abitazione dell'anziana. Un'intuizione che si rivela azzeccata. E decisiva.

Il controllo del registro di carico e scarico merci del compro oro rivela che la badante ha venduto di recente qualcosa proprio in quel negozio. Si tratta di una collana che fortuna vuole sia ancora lì, rimasta per il momento invenduta. I carabinieri la sequestrano e la portano all'anziana: «Sì, è proprio la mia» conferma l'anziana, alla quale viene restituito il maltolto.

L'udienza di ieri ha stabilito, come detto, la condanna a un anno e due mesi. Pena sospesa perché la badante è incensurata. r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PARMA Accudiva un'anziana, ma nel frattempo si aggirava per casa cercando (e valutando) oggetti preziosi. Finché ha trovato quello che giudicava facesse al caso suo e l'ha rubato. Ma è stata smascherata. È finita con una condanna ad un anno e due...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal