Sei in Gweb+

ALBARETO

Arresto cardiaco al bar: anziano salvato con il defibrillatore

10 febbraio 2020, 05:06

Arresto cardiaco al bar: anziano salvato con il defibrillatore

GIORGIO CAMISA

ALBARETO Angelo Sartori, per tutti Angiolino il postino, stava giocando al bar con gli amici quando si è sentito male. Provvidenziali sono stati l'intervento di Federica D'Addetta, ginecologa degli ospedali di Borgotaro e Vaio e vicesindaco di Albareto, che stava facendo la spesa nel negozio vicino, e l'uso del defibrillatore. Angiolino ora è salvo e ringrazia tutti: «Se sono ancora vivo devo dire grazie a Federica D’Addetta e al medico di base di Albareto Stefano Angella, al defibrillatore da poco installato in municipio e all’Assistenza pubblica Borgotaro-Albareto, senza dimenticare i cardiochirurghi del Maggiore».

Sartori, pensionato 76enne, è conosciuto in tutta la Valgotra per aver esercitato il mestiere di portalettere per oltre quarant’anni. La sua storia è ancora sulla bocca di tutti ad Albareto. In un bar del centro, un gruppo di amici stava passando alcune ore in compagnia giocando come ogni giorno a carte, guardando la tv e commentando le ultime notizie di paese. All’improvviso Angiolino ha avvertito un forte dolore al torace e piano piano è scivolato a terra privo di sensi. Gli amici e il proprietario del locale hanno cercato di capire cosa stesse succedendo, chiamando il 118. Nel frattempo nel vicino negozio di alimentari la dottoressa D’Addetta stava facendo la spesa: visto il trambusto si è precipitata al bar e ha capito che si trattava di un arresto cardiaco, iniziando la rianimazione cardiopolmonare. Nel frattempo è arrivato anche il dottor Angella. Provvidenziale anche il contributo del barista Franco, corso al municipio a prendere il defibrillatore semiautomatico (Dae). In pochi attimi i medici hanno collegato l’apparecchiatura all'anziano e sono riusciti a far riprendere il battito. Angiolino è stato poi caricato su un’ambulanza dell’Assistenza pubblica di Borgotaro-Albareto e portato a Parma con l'elicottero del Maggiore.

Questo episodio ha messo in evidenza quanto sia importante avere sul territorio sempre a disposizione apparecchi come il defibrillatore recentemente installato in municipio.