Sei in Gweb+

ASSESSORE

Barbara Lori: «Nuovi progetti e risorse per aiutare la montagna»

14 febbraio 2020, 05:03

Barbara Lori: «Nuovi progetti e risorse per aiutare la montagna»

GIAN LUCA ZURLINI

Assessorato doveva essere e assessorato è stato. Dall'alto del suo successo elettorale Barbara Lori, per 10 anni sindaco di Felino e negli ultimi 5 consigliere in regione, è stata chiamata a rappresentare Parma e il suo territorio nella «squadra» di Stefano Bonaccini, lasciando nel cassetto le velleità espresse dal sindaco Federico Pizzarotti.

ESPONENTE «FORTE» DEL PD
La nomina della Lori ha poi anche un importante significato politico, perché è un esponente di primo piano del Pd che abbina all'esperienza amministrativa nelle istituzioni una storica militanza nel partito, dove ha ricoperto anche l'incarico di segretario provinciale. Dunque, un mandato pienamente politico di rappresentanza di un territorio che la Lori non nega: «A portarmi a questo incarico così importante è stato l'ottimo risultato elettorale. E per questo mi accingo ad affrontare con entusiasmo questa avventura nuova e tutta da scoprire, anche per le deleghe che mi sono state affidate, sapendo di avere alle spalle la fiducia e soprattutto le aspettative di tanti cittadini della nostra provincia che mi hanno voluto dare la loro fiducia e che ancora ringrazio per questo».

«DELEGHE OPERATIVE»
Per quanto riguarda il suo assessorato Barbara Lori ha già le idee chiare sulle deleghe, anche se ancora deve pensare a come organizzerà la sua attività: «Si tratta di un accorpamento di deleghe che esistevano già, ma che prima erano suddivise su più assessorati, all'insegna della programmazione e della pianificazione territoriale». Il neo-assessore spiega subito cosa intende: «Voglio dire che si tratta di deleghe che hanno un denominatore comune. La programmazione territoriale, in pratica l'urbanistica, è il contenitore all'interno del quale andranno trovati gli strumenti per rilanciare lo sviluppo della nostra montagna, oggi in evidente difficoltà rispetto al resto della Regione e delle aree interne». Fra l'altro l'assessorato sarà tutt'altro che «senza portafoglio»: «Alcune risorse sono già previste nel bilancio 2020, ma altre ne arriveranno, soprattutto dalla Ue, con la programmazione dei prossimi sette anni che si farà a Bruxelles nei prossimi mesi. E il mio, anzi il nostro compito, sarà quello di saperle intercettare mettendo in campo progetti concreti».

«SEMPRE SUL TERRITORIO»
Barbara Lori dice che «di certo non mi peserà andare in giro per la Regione per conoscere meglio tutte le realtà. L'obiettivo sarà quello di recepire i problemi, soprattutto delle zone montane dove il nostro consenso è stato anche molto basso, e riuscire poi a trovare strumenti per risolverli. È una sfida stimolante, ma anche decisiva per tutta l'Emilia-Romagna».

LE PARI OPPORTUNITÀ
A sorpresa è arrivata anche la delega alle Pari opportunità. «E anche qui c'è molta possibilità di lavorare, visto che abbiamo in Regione una legge sulla parità di genere. Qui l'obiettivo dovrà essere di raggiungere ovunque possibile la parità salariale nel mondo del lavoro e riuscire a trovare risorse e progettualità per conciliare al meglio i tempi di vita e di lavoro per le donne emiliano-romagnole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GIAN LUCA ZURLINI Assessorato doveva essere e assessorato è stato. Dall'alto del suo successo elettorale Barbara Lori, per 10 anni sindaco di Felino e negli ultimi 5 consigliere in regione, è stata chiamata a rappresentare Parma e il suo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal