Sei in Gweb+

Basket

Gardellin, coach della Staff Magik, presenta il derby con le Tigers

14 febbraio 2020, 05:02

Gardellin, coach della Staff Magik, presenta il derby con le Tigers

STEFANO MINATO

La partita tra Staff e Tigers Parma (domani, Palapadovani, ore 21) è una sfida dai mille risvolti.

Innanzitutto è un derby tra due società con storie diverse alle spalle. La Magik Rosa nasce nel 1999 come costola della società maschile, ereditando le giocatrici della Promobasket; le Tigers nascono nel 2016 raccogliendo il testimone del glorioso Basket Parma.

Ma è anche un incontro importantissimo per la classifica. La Staff si gioca la possibilità di accedere ai play-off, traguardo che non era tra gli obiettivi del club. Le Tigers invece devono difendere la loro imbattibilità stagionale, che dura da quindici partite, anche per poter accedere alla seconda fase con un sostanzioso bottino di otto punti.

Inoltre nelle Tigers, oltre a coach Lopez, militano cinque ex (Corsini, Minari, Rinaldi, Petrilli e Vaccari) della Magik, mentre dall’altra parte sia Aiello sia Nagy hanno vestito la casacca Tigers.

Valentina Gardellin, allenatrice della Staff e ex giocatrice del Basket Parma, sgombera invece subito il campo dall’essere considerata una ex.

«La società è un’altra. Non è più il Basket Parma. Anche la figura del presidente è cambiata. Nonostante questo, all’andata entrare al Palaciti mi ha fatto uno strano effetto. Mi si è un po’ spezzato il cuore perché quando ci giocavo io era un piccolo gioiellino mentre adesso è un impianto un po’ trascurato».

Nessun dubbio invece sul fatto che sia un derby particolarmente sentito. «L’anno scorso quando sono andata in panchina a dare una mano a coach Panziroli ho avuto delle sensazioni molto forti. Paragonabili a quelle che da giocatrice ho avvertito nelle partite che contavano, nelle sfide dei play-off o di Coppa, quando l’entusiasmo era palpabile sia in campo sia sugli spalti». Adesso questa sfida la Magik deve affrontarla «certamente non come all’andata. Noi eravamo un’altra squadra, con altre problematiche e con giocatrici che rientravano da infortuni. Mi auguro che non sia troppo sentita, perché spesso in questi casi subentra la paura. Da parte nostra ci deve essere rispetto. Sappiamo che le Tigers ci sono superiori ma sappiamo anche che nello sport bisogna sempre provare a vincere. Loro non hanno mai perso, ma anche noi abbiamo subito solo tre sconfitte e veniamo da una striscia di sette vittorie».

Per battere le Tigers le giocatrici della Magik «dovranno giocare come sanno, cercando di concedere poco alle avversarie. Loro sono una squadra che sa giocare bene, con vari punti forti. Se potessi togliere loro una giocatrice, la mia scelta cadrebbe su Corsini. Lei c’è sempre sia in attacco sia in difesa. Ha il senso del canestro e della palla».

Ma si prospettano anche altri duelli individuali importanti. «Per Nagy, che è una ex, potrebbe essere la partita giusta per dimostrare quello che vale, ma Vaccari e Minari le daranno del filo da torcere. Lei ha fatto fatica a integrarsi nel gruppo, ma ora è entrata nei meccanismi. Poi c’è Lucca che sta calandosi sempre più nel ruolo di play e per questo dovrà vedersela con Podestà. Da lei mi aspetto una partita migliore rispetto a quella di inizio dicembre».

Infine un appello ai tifosi. «Spero ci sia tanta gente sugli spalti. Le due squadre lo meritano. Il tifo è importante e può avere il suo peso sugli arbitri e sulle giocatrici. Poi indipendentemente dal risultato, io sarò molto contenta della mia squadra, delle giocatrici che ho scelto, compresa l’ultima arrivata. Farina si è subito messa a disposizione del gruppo, dandoci ritmo e intensità».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

STEFANO MINATO La partita tra Staff e Tigers Parma (domani, Palapadovani, ore 21) è una sfida dai mille risvolti. Innanzitutto è un derby tra due società con storie diverse alle spalle. La Magik Rosa nasce nel 1999 come costola della società...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal