Sei in Gweb+

   IL CASO

Collecchio, polemica sul parcheggio

15 febbraio 2020, 05:05

Collecchio, polemica sul parcheggio

COLLECCHIO Un minuto di silenzio è stato osservato in apertura dell'ultimo consiglio comunale in ricordo di Luca Aroldi, presidente del Collecchio softball, scomparso improvvisamente nei giorni scorsi, e di Maria Erika Paniconi, 36 enne dipendente del Cedacri, stroncata da un male incurabile.

Da giugno, ha reso noto il sindaco, Maristella Galli, verrà chiuso il parcheggio privato ad uso pubblico su viale Libertà: inizieranno i lavori per la realizzazione di un nuovo edificio residenziale da parte dei proprietari dell'area. Verrà, così, meno un'ampia zona di sosta libera nel centro del paese. Il Comune sta vagliando alcune ipotesi per verificare la disponibilità di eventuali altri spazi da adibire a sosta nella zona del centro. L'amministrazione, ha anticipato la Galli, ha messo in campo alcuni progetti: una cartellonistica ad hoc verrà installata nei prossimi mesi, per segnalare le aree di sosta vicine al centro, e, poi, la collocazione di display elettronici nelle vie di ingresso a Collecchio per indicare la presenza di parcheggi liberi. Saranno più frequenti, poi, i controlli della polizia locale sulla sosta in centro, per fare in modo che le regole, attualmente in vigore, vengano rispettate, in modo da garantire un certo turnover della sosta e beneficio dei commercianti. Attenzione, quindi, a chi parcheggia in centro: meglio avere a portata di mano il disco orario.

Nel parcheggio sotterraneo di piazza Europa la sosta a tempo è consentita per due ore, nei parcheggi lungo via Spezia e attorno al Comune, sempre in centro, la sosta è di un'ora. E' comunque possibile raggiungere il centro in una decina di minuti a piedi dai parcheggi situati tra i viali Saragat e Pertini, e dall'ampio parcheggio della zona del direzionale Parmalat, in via delle Nazioni Unite. Patrizia Caselli del gruppo di minoranza di Cambiamo Collecchio ha chiesto che siano realizzati due nuovi stalli di sosta per disabili tra i viali Saragat e Pertini, a ovest, verso via Moro. In estate partiranno i lavori per la nuova pista ciclabile tra Collecchio e Sala Baganza, un progetto da un milione di euro. La nuova infrastruttura parte all'altezza dell'incrocio tra via Rosselli e via Giardinetto, procede fino alla rotatoria con via Pilastrello – via Valli, prosegue verso Sala, percorrendo strada Montecoppe in un primo tratto sulla sinistra, da Collecchio verso Sala, per poi spostarsi sul lato opposto all'altezza del caseificio di via Montecoppe. Walter Civetta e Francesco Fedele, del gruppo di minoranza di Cambiamo Collecchio, hanno contestato il progetto: troppo costoso per Civetta. «Una pista ciclabile tra Collecchio e Sala c'è già - ha detto -, è la strada interna ai boschi di Carrega». Per Fedele gli attraversamenti funzionali alla ciclabile su via Giardinetto, su via Pilastrello ed il semaforo a chiamata su via Montecoppe, per passare da un lato all'altro della strada, sono pericolosi.

G.C.Z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COLLECCHIO Un minuto di silenzio è stato osservato in apertura dell'ultimo consiglio comunale in ricordo di Luca Aroldi, presidente del Collecchio softball, scomparso improvvisamente nei giorni scorsi, e di Maria Erika Paniconi, 36 enne dipendente...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal