Sei in Gweb+

Tarsogno dice addio a Brigati, commerciante d'altri tempi

16 febbraio 2020, 05:01

Tarsogno dice addio a Brigati, commerciante d'altri tempi

GIORGIO CAMISA

 

TARSOGNO La scomparsa di Riccardo Brigati ha suscitato dolore e sconforto in gran parte della montagna e nell’entroterra ligure dove il commerciante era molto conosciuto e stimato.

Riccardo, scomparso a 87 anni, era nato a Tarsogno. Alpino, muratore e poi commerciante, una vita laboriosa e attiva che ha lasciato un segno indelebile nei suoi famigliari e in tutti quanti lo hanno conosciuto. A 15 anni subito al lavoro con il papà muratore poi il servizio militare, 18 mesi passati negli alpini della Brigata Julia, un servizio di cui Riccardo andava fiero.

Con cappello e penna nera era sempre presente agli incontri e alle adunate nazionali e provinciali. Al suo rientro riprese l’attività edile: fu uno degli ideatori e promotore della costruzione degli edifici della frazione di Frettolera. Componente della banda musicale, negli anni Sessanta si sposò con Palma Camisa e insieme diventarono delle colonne portanti del commercio fisso e ambulante del paese, una coppia intraprendente.

Nel 1960 aprirono un negozio che fino a pochi anni fa portava il loro nome. Un «bazar» con ogni sorta di mercanzia: panificio, alimentari, frutta e verdura, giocattoli, liquori, salumi e formaggi nostrani con annessa l’edicola e la pizzeria. Riccardo e Palma una volta la settimana si dedicavano al commercio ambulante e scendevano nell’entroterra ligure con il loro furgone stracolmo di parmigiano-reggiano, salumi, funghi, miele, marmellate e anche qualche cassetta di patate nostrane. Tutti li aspettavano nelle frazioni per acquistare i loro sani e genuini prodotti. Dopo la scomparsa della sua Palma nel 2015 Riccardo si era ritirato ed era ospite alla Casa del Pellegrino di Boschetto di Albareto ed anche lì si era fatto apprezzare.

A presiedere il rito funebre, a cui hanno partecipato centinaia di persone, è stato don Renzo Corbelletta, presidente della Casa del Pellegrino e rettore del Santuario della Madonna di Boschetto.

«Da Riccardo ho imparato molto - ha detto dall’altare il rettore -, con la sua saggia ironia e la sua dialettica mi ha insegnato quanto è preziosa la vita e quanto è importante viverla bene». Riccardo lascia il figlio Tiziano con Rita, la figlia Stefania con Walter, gli adorati nipoti, sorelle, cognati, parenti e tanti amici che lo ricorderanno proprio per la sua innata ironia e la sua pasone per il lavoro.

 

GIORGIO CAMISA TARSOGNO La scomparsa di Riccardo Brigati ha suscitato dolore e sconforto in gran parte della montagna e nell’entroterra ligure dove il commerciante era molto conosciuto e stimato. Riccardo, scomparso a 87 anni, era nato a...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal