Sei in Gweb+

COLLECCHIO

Marina, madre esemplare morta a soli 43 anni

17 febbraio 2020, 05:07

Marina, madre esemplare morta a soli 43 anni

COLLECCHIO Profondo cordoglio ha destato a Collecchio il dramma della giovane madre, Marina Ranieri, scomparsa, a 43 anni, a seguito di una grave malattia.

«Il suo sorriso contagioso - dicono le amiche - rimarrà con noi; la sua simpatia, la sua sensibilità non ci lasceranno mai. Ha dedicato la propria esistenza alla famiglia e al lavoro. Un sogno il suo, quello di potere vivere una vita felice e piena, che si è infranto contro un destino amaro». Originaria di Cremona, Marina si era trasferita a Collecchio nel 2006, dove viveva con il marito Gabriele ed il figlio Lorenzo e dove lavorava, come impiegata, in un ditta di servizi del territorio. Aveva incontrato il suo futuro marito, Gabriele, in discoteca, proprio nel cremonese. Si erano frequentati per un certo periodo e, poi, il matrimonio. Il suo carattere aperto, gioviale, il suo altruismo avevano subito fatto breccia tra gli amici del marito e Collecchio, dove si è inserita appieno. E’ grande lo sconcerto in chi l’ha conosciuta e ne ha apprezzato le qualità. «Ha vissuto un’esistenza all’insegna di valori forti come quello della famiglia, dell’amicizia, del rispetto per gli altri - ricordano alcuni amici - per noi resta un esempio; una ragazza positiva, aperta, espansiva: non diceva mai di no quando le chiedevi aiuto». Nel 2011, la sua gioia più grande: la nascita del figlio Lorenzo a cui ha dedicato, fino all’ultimo, tanta attenzione, e tanto amore. Il suo trasferimento a Collecchio non le ha impedito di mantenere sempre vivi i rapporti con i compagni di gioventù e di studi a Cremona, dove aveva frequentato, adolescente, l’istituto per geometri Vacchelli. Sono sgomenti gli ex compagni di classe: «Marina era una ragazza creativa e cordiale in grado di mettere sempre a proprio agio chi aveva di fronte, siamo molto addolorati», dicono. Nel marito, Gabriele, riaffiorano i ricordi dei viaggi fatti assieme, in tante parti del mondo, «viaggiare era una delle sue grandi passioni». E poi il suo hobby preferito: quello di realizzare collane, orecchini e braccialetti a mano, con pietre diverse e materiali particolari. «Era una passione - spiega il marito - che risale agli anni giovanili, quando lavorava in una profumeria di Cremona. Da allora non ha più smesso di dare spazio alla sua creatività, realizzando oggetti unici, uno diverso dall’altro, che spesso proponevamo nei mercatini». Erano tanti i progetti messi in campo con Gabriele: il più grande era legato al futuro del figlio Lorenzo, che frequenta le elementari a Collecchio. Oltre al marito Gabriele Gatti ed al figlio Lorenzo, la piangono la mamma Amedea e il papà Francesco, i fratelli Saverio, Roberto e Annarita. Il funerali sono previsti oggi, alle 14.30, partendo dalle nuove sale del commiato Collecchiesi, in via delle Basse, per la chiesa di Collecchio.

G.C.Z

 

COLLECCHIO Profondo cordoglio ha destato a Collecchio il dramma della giovane madre, Marina Ranieri, scomparsa, a 43 anni, a seguito di una grave malattia. «Il suo sorriso contagioso - dicono le amiche - rimarrà con noi; la sua simpatia, la sua...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal