Sei in Gweb+

PIAZZA FORNIA

Monticelli, polemiche e disagi per il cantiere «infinito»

21 febbraio 2020, 05:04

Monticelli, polemiche e disagi per il cantiere «infinito»

ANDREA VIOLI

MONTECHIARUGOLO La primavera porterà l'apertura della nuova piazza Fornia a Monticelli. La scadenza è per l'inizio di aprile ma il sindaco Daniele Friggeri promette che l'apertura sarà anticipata, anche se mancherà qualche rifinitura. Intanto non mancano le lamentele per lo «sforamento» di diversi mesi del cantiere (e dei relativi disagi), con i commercianti che denunciano un calo di clientela. La fine dei lavori per la nuova piazza Fornia - più bella e ampia di prima, con l'impiego di pietra grigia e di altre color ocra - era prevista per la fine di novembre. Poi per lo scorso 8 dicembre. Ma il cantiere ancora non può essere chiuso: ora la data di fine lavori è fissata per il 3 aprile. «Le lavorazioni procedono, seppur con qualche lentezza», ammette il sindaco, che spiega: «Sono stati fatti l'abbattimento e il rifacimento di pavimentazione, illuminazione e arredi e tutta la parte della rete di acqua e gas. Ci sono stati disagi per il centro ma siamo nella fase conclusiva, con la posa della pavimentazione». Mancano i pali dell'illuminazione: anche i tempi lunghi dell'arrivo dei «corpi illuminanti» incidono sulla data ufficiale di fine cantiere. Chi vive in zona ha notato che c'erano operai anche fra Natale e Capodanno, ma per un periodo sono stati sospesi. Il sindaco spiega che si è trattato di una sospensione invernale: «I lavoratori non potevano fare una corretta posa della pietra, che con il freddo rischiava di spezzarsi - dice Friggeri -. Dopo il nostro insediamento abbiamo fatto partire il cantiere in due mesi. E la nostra indicazione è stata di riaprire la piazza nei tempi più brevi possibile. Nel giro di un paio di settimane dovrebbe finire la posa della pietra. Piazza aperta in primavera? Speriamo anche prima. Comprendiamo i disagi e le difficoltà quotidiane però procediamo con più solerzia possibile, con gli strumenti amministrativi che ci sono. E con i commercianti ci incontriamo frequentemente perché abbiamo fatto nascere il Centro commerciale naturale (presto ci sarà una riunione per il calendario delle iniziative, ndr) e siamo a contatto con le associazioni di categoria». Una critica ricorrente riguarda i parcheggi: con la nuova piazza si passa da 15 a 8 posti auto. Friggeri dà rassicurazioni: «Stiamo cercando di compensare nelle zone vicine. Stiamo riprogettando l'incrocio di via Montepelato: saranno ricavati alcuni posteggi. Stiamo ragionando anche sulla gestione della viabilità in via Montepelato sud. Il disagio si percepisce ma è temporaneo e siamo alle battute conclusive di un'opera che cambierà il volto di Monticelli per i prossimi decenni. E ci sarà un rilancio». I lavori costano poco meno di 500mila euro e sono finanziati da Conad Centronord, come obbligo assunto per la costruzione del nuovo supermercato ai margini del paese. Interpellato dalla Gazzetta, il capogruppo di minoranza Vittorio Uccelli («Coinvolgere Montechiarugolo») elogia la riqualificazione di questo spazio pubblico. Uccelli, che tra l'altro è architetto, critica però «il ritardo nella consegna dei lavori. La conduzione dei lavori è importantissima. In un cantiere gli imprevisti non esistono: bisogna progettare bene. Il freddo incide ma abbiamo avuto un inverno simile alla primavera... C'è un altro aspetto: se non si prevede la giusta dotazione di parcheggi “mordi e fuggi” rendiamo la vita difficile ai commercianti, che invece vanno aiutati. Altrimenti la gente va nei grandi centri commerciali a Parma e la piccola bottega muore. Noi cerchiamo di portare queste riflessioni in Consiglio e nelle commissioni tecniche, per collaborare a migliorare le cose, per il futuro». Una collaborazione che passa anche attraverso il Politecnico di Milano, dove Uccelli è docente. C'è infatti uno studio sistemico sugli interventi possibili in tutti i centri del territorio di Montechiarugolo.

I commercianti La piazza sarà più bella di prima però i lavori, oltretutto in ritardo di alcuni mesi, creano molti disagi a negozianti e clienti. E le attività soffrono. È questa, in sintesi, l'opinione diffusa tra i commercianti di piazza Fornia a Monticelli, che praticamente all'unisono chiedono al Comune più parcheggi, per facilitare la sosta della clientela, e il ritorno del mercato del martedì. Su questo il sindaco Daniele Friggeri conferma: le bancarelle torneranno «nelle prossime settimane, indipendentemente dall'apertura della piazza». «Con un cantiere, i disagi possono starci, ma non abbiamo capito bene perché i tempi sono dilatati - dice Nicoletta Massera, che da 38 anni gestisce un negozio di abbigliamento e intimo -. La piazza sarà bellissima, però prima c'erano 15 posti, mentre ora sono decentrati. Per noi è un problema grave e la gente si lamenta. E poi il mercato: prima al martedì avevo bisogno di aiuto in negozio, ora la gente non viene, anche se si trova solo 200 metri più in là». «Noi tenevamo aperto anche al pomeriggio e lavoravamo parecchio, adesso invece apriamo solo al mattino - dice Mara Vescovi dal banco della panetteria -. Prima la piazza era “inguardabile” ma la gente ci veniva. Il mercato? Basta che i banchi ritornino». Ieri mattina un furgone si è fermato brevemente; diversi veicoli si sono accodati e un clacson è risuonato a lungo in piazza Fornia. Condividono le critiche i gestori del negozio Mori e Annamaria Dosi (erboristeria), mentre Marcello Minari della tabaccheria-edicola rivela: «Abbiamo chiesto al sindaco di liberare alcuni parcheggi già pronti ma finora sono occupati dal materiale. Sarà un bel centro, però adesso devono darci dentro a finire». Secondo Bujar Mema, gestore di una pizzeria-kebab, l'elemento chiave è uno: «I parcheggi sono l'anima del commercio e in centro a Monticelli non sono sufficienti. Per me era meglio una piazza meno bella ma funzionale. Spero che saranno aumentati nei dintorni». «La piazza guadagnerà in estetica; sulla funzionalità vedremo - aggiunge Silvia Giacopelli (cartoleria) -. Un anno di cantiere è veramente tanto, specie in un inverno mite». La famiglia Soncini, che gestisce uno storico negozio di biciclette, ha risentito meno dei lavori ma i timori sono altri: «Sarebbe dannoso se facessero il senso unico qui davanti (un tratto di via Montepelato sud, ndr); qualcuno lo ha già proposto... E in questi mesi c'è parcheggio selvaggio. Anche la rotatoria (fra via Montepelato e viale Calestani, ndr) sarà importante: l'incrocio è pericoloso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ANDREA VIOLI MONTECHIARUGOLO La primavera porterà l'apertura della nuova piazza Fornia a Monticelli. La scadenza è per l'inizio di aprile ma il sindaco Daniele Friggeri promette che l'apertura sarà anticipata, anche se mancherà qualche...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal