Sei in Gweb+

incendio

Corcagnano, l'inferno al primo piano colpa di una batteria da bici elettrica

28 febbraio 2020, 05:03

Corcagnano, l'inferno al primo piano colpa di una batteria da bici elettrica

MICHELE CEPARANO

L'inferno al primo piano. Così si è presentato ieri mattina un appartamento di un condominio, immerso nel verde, alle porte di Parma.

Il giorno dopo, infatti, si contano i danni dell'incendio che, mercoledì sera dopo le 21, ha devastato un appartamento di via Monte Borgognone 7 a Corcagnano.

A scatenare le fiamme, le cui cause verranno stabilite con certezza al termine dell'indagine avviata dai vigili dei fuoco, che in men che non si dica si sono propagate a tutto l'appartamento, è stata l'esplosione di una batteria da bici elettrica, acquistata online da un quarantenne di origine kuwaitiana, che sta frequentando un dottorato di ricerca all'Università di Parma, a Ingegneria.

L'uomo, che abita nell'appartamento al primo piano con la moglie e i suoi figli, non ha potuto fare nulla per evitare che le fiamme causate da quella bomba, esplosa mentre era in carica, si propagassero a tutto il soggiorno, bruciando mobili e pavimento e annerendo tutte le pareti. In un attimo la quiete familiare di una serata normale si è così trasformata in fuoco e fumo.

Dato l'allarme, l'uomo ha portato in salvo la sua famiglia. Il fumo, però, molto intenso, ha fatto sì che lui e uno dei suoi figli, un bambino di cinque anni, abbiano dovuto essere visitati al pronto soccorso per problemi respiratori.

Padre e figlio fortunatamente non hanno riportato problemi seri, tanto che ieri mattina sono infatti stati dimessi.

In poco tempo, però, il fumo si è esteso anche agli altri appartamenti del condominio in cui vivono quattro famiglie. In totale dieci persone.

Alcune sono, in pratica, rimaste «prigioniere» all'interno del proprio appartamento e hanno dovuto «barricarsi» nell'unica stanza, quella da letto, in cui le esalazioni non erano riuscite ancora a farsi strada.

Hanno aspettato perciò lì l'intervento dei vigili del fuoco che, appena ricevuta la chiamata, sono arrivati in via Monte Borgognone.

Sul posto si sono così subito messe al lavoro due squadre dei vigili del fuoco partite dalla caserma di via Chiavari con un'autobotte che hanno proceduto, visto il fumo che ormai avvolgeva tutto l'edificio, a evacuare i residenti.

Tutti gli abitanti nel palazzo, tra cui una donna anziana e un cagnolino, sono stati fatti uscire dalla finestra dello stabile con l'autoscala e così portati in salvo.

Nel frattempo, oltre ai carabinieri e alla polizia, in quella strada laterale della frazione di Corcagnano, è arrivato anche il personale del 118 che ha trasportato padre e figlio, rimasti intossicati dal fumo, al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore. Per loro, come detto, nessun problema respiratorio grave.

Per tutti, invece, tanta paura e il disagio di dover dormire una notte fuori di casa.

Il condominio è stato, infatti, evacuato ma già ieri mattina i residenti sono tornati per far prendere aria alle stanze, come racconta una di loro, «impregnate di fumo».

Infatti, non poteva sfuggire, anche all'occhio più distratto, che in quel punto di Corcagnano tutte le finestre del caseggiato al numero 7 erano aperte.

E ieri notte, dopo aver lavorato tutto il giorno per pulire e rimettere in ordine, tutti hanno potuto dormire di nuovo nel loro letto. Tutti, tranne la famiglia del primo piano che, invece, visti i gravi danni (l'appartamento di fatto non è assolutamente più agibile) dovrà stare fuori per un bel po' di tempo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

MICHELE CEPARANO L'inferno al primo piano. Così si è presentato ieri mattina un appartamento di un condominio, immerso nel verde, alle porte di Parma. Il giorno dopo, infatti, si contano i danni dell'incendio che, mercoledì sera dopo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal