Sei in Gweb+

Noceto

Oppici scomparso a 52 anni, ha sorriso fino all'ultimo

01 marzo 2020, 05:07

Oppici scomparso a 52 anni, ha sorriso fino all'ultimo

 

NOCETO Se n’è andato a Noceto, circondato dall’immenso amore della sua famiglia Vincenzo Oppici. Aveva solo 52 anni.

Molto conosciuto a Noceto dove viveva sulle prime colline di Bombodolo e a Medesano, dove era nato, lascia la moglie Maria, insegnante dell’istituto comprensivo Rita Levi Montalcini e l’adorata Beatrice, studentessa della scuola media.

Gli amici, numerosi, ai quali era legato da profondo affetto e che frequentava in allegria con spirito sempre gioioso e positivo, non hanno potuto abbracciarlo da vicino e far sentire il loro calore un’ultima volta.

La diocesi di Parma e la parrocchia di Noceto di conseguenza si sono attenute all’ordinanza ministeriale in merito alle misure per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica del coronavirus e in nome della prudenza hanno sospeso le veglie funebri.

Il rosario per Vincenzo è stato quindi recitato nella sua casa e la raccomandazione rivolta a tutti è stata quella di limitare la presenza ai soli congiunti e ai parenti stretti e celebrare le esequie con la formula più breve. In tanti però si sono fatti trovare all’ingresso del cimitero di Noceto per il funerale; lì davanti alla chiesetta si è svolta la funzione con la benedizione della salma.

«Vincenzo ha lasciato un segno in ognuno di noi amava stare in compagnia, partecipare alle nostre feste, alle cene, ci invitava a casa sua, socievole, sorridente, gentile aperto verso gli altri noi - ricorda l’amico di una vita Michele Arduini -, era un appassionato sciatore, innamorato della vita e della sua famiglia. La malattia lo ha colpito circa un anno fa. È stato più difficile incontrarci ma abbiamo continuato a sentirci fino all’ultimo. Ci mancherà la sua vivacità contagiosa».

Grande lavoratore, Oppici era da anni in forza alla ditta Onori Scavi di Noceto.

«Era preciso, rigoroso nel suo lavoro, uno specialista nell’utilizzo dei mini escavatori - dice il collega e amico Mauro, Paggetto, Rivaldi -, sapeva fare un po’ di tutto; praticamente si è costruito la casa da solo. Ha lavorato giorno e notte ed era tanto orgoglioso della villetta e del giardino che aveva realizzato per la sua famiglia e di cui si prendeva cura con abilità e passione».

M.M.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

NOCETO Se n’è andato a Noceto, circondato dall’immenso amore della sua famiglia Vincenzo Oppici. Aveva solo 52 anni. Molto conosciuto a Noceto dove viveva sulle prime colline di Bombodolo e a Medesano, dove era nato, lascia la moglie Maria,...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal
 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema