Sei in Gweb+

CORONAVIRUS

Una ventina gli accessi ieri alle tende pre-triage in Pronto soccorso

01 marzo 2020, 05:08

Una ventina gli accessi ieri alle tende pre-triage in Pronto soccorso

LUCA MOLINARI

Il primo paziente è arrivato ieri mattina alle 10 in punto, trasportato in ambulanza. Ad accoglierlo Francesco Scioscioli, direttore del Pronto soccorso, e una equipe di operatori appositamente preparati per accogliere i pazienti con possibili sintomi da coronavirus.

La prima giornata di apertura degli ambulatori dedicati a pazienti affetti da disturbi alle vie respiratorie – allestiti nei locali sottostanti al Pronto soccorso –è trascorsa senza particolari intoppi e con un numero di accessi piuttosto contenuto, una ventina in tutto. Dentro alle due tende messe a disposizione dalla Croce Rossa sono ospitati una sala d’attesa e un ambulatorio triage. Si tratta di un percorso organizzativo che rientra tra le misure preventive indicate dalla Regione in modo da riuscire a fornire una risposta rapida ed efficace a tutte le persone che hanno problemi respiratori acuti, legati sindromi influenzali.

Per individuare esattamente quali sono le persone che possono avvalersi di questo servizio, è stato predisposto un ufficio dedicato che si aggiunge a quello del triage respiratorio, in modo che gli operatori possano far accedere le persone ai nuovi ambulatori o a quelli soliti del Pronto soccorso. La struttura da ieri è attiva ventiquattro ore su ventiquattro. Al triage e agli ambulatori si accede dalla rampa del Pronto Soccorso a destra dell’ingresso pedonale, attraverso una specifica segnaletica. In questo modo si rafforza il numero dei presidi a protezione degli operatori sanitari e per la sicurezza dei cittadini che accedono alle strutture sanitarie.

Sandra Rossi, direttore del dipartimento interaziendale di Emergenza-Urgenza, è chiara: «Il triage respiratorio che abbiamo aperto è uno sdoppiamento del triage del pronto soccorso, pensato per fornire una risposta rapida ed efficace a tutte le persone con problemi respiratori legati alle sindromi influenzali. Possono accedervi sia persone che arrivano a bordo di ambulanze che con mezzi propri».

E’ inoltre previsto un primo filtro iniziale per capire dove indirizzare le persone che si rivolgono al Pronto soccorso. «Abbiamo predisposto un ufficio pre-triage – aggiunge Sandra Rossi – per fare in modo che gli operatori valutino preventivamente se indirizzare il paziente nel triage respiratorio o in quello classico del pronto soccorso». Il direttore del dipartimento interaziendale Emergenza-Urgenza rivolge quindi il proprio “grazie” al personale del pronto soccorso che «sta compiendo un grande sacrificio per rispondere all’emergenza. Si tratta di un raddoppio dell’attività – precisa - coadiuvato da altri medici e personale appropriatamente formato».

Francesco Scioscioli era presente nella nuova struttura già dalle 7,30 di ieri. «Si tratta di una struttura realizzata in tempi brevissimi - rimarca - presidiata costantemente, ventiquattro ore su ventiquattro, da una equipe mista, composta da medici del pronto soccorso, medici anestesisti e una equipe di infermieri e operatori sociosanitari. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno fattivamente collaborato alla realizzazione della struttura: medici, personale tecnico, infermieristico. Ringrazio davvero tutti».

Sempre da ieri, infine,
il nuovo numero verde

800.033.033

della Regione per informazioni sanitarie è attivo

sette giorni su sette,
dalle 8.30 alle 18

 

LUCA MOLINARI Il primo paziente è arrivato ieri mattina alle 10 in punto, trasportato in ambulanza. Ad accoglierlo Francesco Scioscioli, direttore del Pronto soccorso, e una equipe di operatori appositamente preparati per accogliere i pazienti con...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal