Sei in Gweb+

#NONCIFERMANESSUNO

Luca Abete: «Parma diventi capitale dell'ottimismo»

04 marzo 2020, 05:07

Luca Abete: «Parma diventi capitale dell'ottimismo»

VITTORIO ROTOLO

E' la Capitale della cultura, la nostra città. «Ma in questo momento, Parma deve diventare anche capitale dell’ottimismo e della fiducia». Non ha alcun dubbio, Luca Abete: Parma riuscirà a superare l’emergenza coronavirus. «E lo farà sfoderando il coraggio e l’operosità che questo territorio ha sempre dimostrato di possedere» rimarca l'inviato di «Striscia la notizia» che, proprio in questi giorni, avrebbe dovuto fare tappa all'Ateneo con il suo tour motivazionale #NonCiFermaNessuno. Un appuntamento che è solo rinviato, promette Abete. «Diciamo che il coronavirus non ci ha fermato, ma solo rallentato» prova a sorridere l’ideatore del tour. «Ritengo corrette le misure precauzionali adottate anche dagli atenei italiani, che hanno deciso di sospendere gli eventi pubblici e limitare l’attività didattica. Per adesso, ha vinto la paura. Ma, da parte nostra, stiamo già dettando i tempi della riscossa, riorganizzando il calendario delle tappe. Tanti studenti di Parma - rivela Abete - ci stanno scrivendo, per sapere quando torneremo in città. È il segno di quanto #NonCiFermaNessuno sia evidentemente un appuntamento atteso. Una data definitiva ancora non c’è - spiega -, ma spero possa essere molto presto».

Con Parma ha davvero un rapporto speciale, il «prof» Abete. Già, professore. Dal titolo ad honorem in «Linguaggio del giornalismo» che proprio il nostro Ateneo, tre anni fa, decise di conferirgli e che riempie Abete d’orgoglio. «Al di là di questo riconoscimento e, in generale, dello splendido feeling che si è venuto a creare con l’Università, ammiro moltissimo Parma e i parmigiani. Gente concreta che, ogni giorno e nei settori più svariati, riesce a dare il meglio e il massimo di sé. I parmigiani hanno insomma le caratteristiche giuste per essere bravissimi interpreti e ambasciatori di #NonCiFermaNessuno».

Abete non si sbottona più di tanto sul filo conduttore di questa edizione della campagna sociale. «Ruoterà tutto attorno ad un vocabolo, dietro il quale ci sarà un mondo da scoprire» si lascia sfuggire. E aggiunge: «Quest’anno siamo al fianco di Uniamo Fimr, Federazione delle associazioni di pazienti affetti da malattie rare. Tra i pazienti, ci sono migliaia di bambini. Li abbiamo chiamati amici rari, per il grande insegnamento che ci danno. Insieme a tante persone sensibili possiamo impegnarci, e lo stiamo già facendo, per dare visibilità al lavoro di queste associazioni».

Si torna sempre lì, quindi. Al coraggio con cui si affrontano le battaglie più dure. «Ciascuno di noi vive attualmente una situazione strana, sospeso tra la vita che scorre normalmente e la paura che la situazione possa precipitare. L’antidoto più efficace per sconfiggere la paura è proprio il coraggio, che è sinonimo di cultura e di capacità di approfondire le situazioni. Essere coraggiosi - insiste Abete - non significa fare follie, ma informarsi e, nel caso del coronavirus, prendere le giuste precauzioni, senza lasciarsi travolgere dal panico. Le qualità di Parma e dei parmigiani sono espressione del buon nome dell’Italia nel mondo. E quando un territorio ha radici salde, nulla lo può abbattere. Parola di Luca Abete».

VITTORIO ROTOLO E' la Capitale della cultura, la nostra città. «Ma in questo momento, Parma deve diventare anche capitale dell’ottimismo e della fiducia». Non ha alcun dubbio, Luca Abete: Parma riuscirà a superare l’emergenza coronavirus. «E lo...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal