Sei in Gweb+

Lutto

Addio a Tarasconi, scout per vocazione

26 marzo 2020, 05:07

Addio a Tarasconi, scout per vocazione

Se ne è andato a 70 anni Giovanni Tarasconi, uno dei pilastri del gruppo scout dei Foulard bianchi, tra gli ideatori della tortellata di San Giovanni che si svolge ogni anno sotto il chiostro dell’Annunziata. Stimato geometra, in gioventù si era impegnato politicamente nella Dc, lascia la moglie Rosanna e i figli Nicolò e Pietro.

Lourdes era una sorta seconda casa per Tarasconi. «Si è sempre recato a Lourdes in pellegrinaggio, prima come barelliere dell’Unitalsi, e successivamente come scout dei Foulard bianchi – ricordano i familiari –. E’ stato un punto di riferimento per diverse generazioni di scout che hanno vissuto l’esperienza di Lourdes; una sorta di fratello maggiore capace di proporre il servizio agli ultimi come un impegno di vita».

Molto legato al gruppo scout Parma 8 dell’Annunziata è stato fra gli ideatori della tortellata di San Giovanni e per più di trent’anni ha organizzato l'evento con grande entusiasmo.

«Giovanni è stato un esempio indimenticabile – sottolineano gli amici più cari -: in lui la vocazione al movimento scout dei Foulard bianchi era testimoniata costantemente nei rapporti con le persone che gli stavano intorno e dal vivere in prima persona il servizio ai malati e ai disabili».

Tarasconi era debilitato per problemi di salute comparsi nei mesi scorsi e il coronavirus ha aggravato la sua situazione. «Amava tanto la sua famiglia, il lavoro e la campagna – spiegano i familiari –. Amava anche stringere amicizie e stare in compagnia. Chi è stato suo compagno di strada non può non avere una struggente nostalgia. La promessa scout impegna a fare del proprio meglio per aiutare gli altri: Giovanni è stato testimone di una promessa mantenuta fino in fondo ed il suo esempio resterà indelebile».

L.M.