Sei in Gweb+

Coronavirus

Nove vigili del fuoco in osservazione, ma tutti i servizi sono garantiti

30 marzo 2020, 05:03

Nove vigili del fuoco in osservazione, ma tutti i servizi sono garantiti

Finora a Parma, dall'inizio dell'emergenza legata al diffondersi del Covid-19, il famigerato Coronavirus, nella caserma di via Chiavari sono stati quaranta i vigili del fuoco sottoposti alla quarantena. Di questi sono ancora nove quelli che, al momento, non possono tornare in servizio.

Tre di loro sono infatti positivi. Di questi, uno non è mai stato in ospedale ma è sempre rimasto a casa e nei prossimi giorni sarà sottoposto al doppio test del tampone per verificare le sue condizioni. Il suo stato di salute non è, comunque, preoccupante.

Due dei positivi sono stati, invece, ricoverati nei giorni scorsi in ospedale a Parma e sono stati dimessi un paio di settimane fa. A entrambi è stato fatto il tampone e tutti e due sono risultati negativi. Presto potranno riprendere il servizio.

Inoltre, devono rimanere al momento nelle loro abitazioni altri tre vigili del fuoco che hanno manifestato dei sintomi e che verranno sottoposti al tampone e altrettanti vigili, al momento a casa senza sintomi. Questi ultimi hanno, infatti, avuto contatti con alcuni positivi.

«Anche in questi giorni di emergenza - spiega Vincenzo Giordano, comandante provinciale dei vigili del fuoco - il servizio è garantito. Noi, infatti, continuiamo a fare attività di formazione interna e di addestramento, ovviamente con tutte le cautele. A livello di uffici, quasi tutto il personale in questo periodo sta lavorando in modalità smart working, ma siamo a disposizione per svolgere il soccorso alle persone».

Bisogna, comunque, aggiungere che, puntualizza il comandante Giordano, «negli ultimi tempi c'è stato un calo del sessanta per cento degli interventi. Noi, però, ci siamo. Tutti i servizi continueranno, infatti, a essere garantiti anche perché, se necessario, abbiamo la possibilità di richiamare in servizio il personale».

M.Cep.