Sei in Gweb+

ADDIO

Ottorino, garbo e simpatia che avevano conquistato tutti

04 aprile 2020, 05:06

Ottorino, garbo e simpatia che avevano conquistato tutti

LORENZO SARTORIO

Aveva un animo buono e gentile come tutte le persone che amano la terra e i frutti che essa partorisce. Ottorino Pisani, stimata e popolarissima figura di commerciante, titolare di un negozio di frutta e verdura in via Venezia, è morto nei giorni scorsi all'età di 64 anni.

Originario di quella campagna fertile e amica che circonda gli abitati di via Colorno e San Polo di Torrile, di famiglia di agricoltori che conducevano un'azienda agricola all'ombra dell'Abbazia di Val Serena, Ottorino, fin da piccolo , fu contagiato dai genitori che gli trasmisero l'amore vero per la terra e il rispetto per quelle tradizioni antiche che sono sempre state la colonna portante della civiltà contadina da sempre custode di grandi valori. Negli anni novanta cedette l'azienda per aprire un negozio di frutta e verdura non distante da quella zona nella quale trascorse una vita. E anche in questa attività, grazie al suo carattere solare, simpatico, aperto e cordiale, incontrò il favore di una vastissima clientela che stravedeva per il proprio ortolano.

Ma, più che ortolano, per tanti, un vero amico. Amava tantissimo la compagnia, Ottorino, infatti fino all'ultimo non mancava di fare una capatina nel circolo Case Vecchie di Ravadese. Fu pure un grande sportivo per avere praticato da ragazzo sia rugby (la sua grande passione) che volley. Ma non disdegnava il calcio, anche perché è stato uno tra i primi tifosi dell'adorato figlio Nicola che difende, nel ruolo di centrocampista, i colori del Real Val Baganza di Prima categoria. Ma era molto legato anche ad altre società calcistiche, come il Lentigione, il Brescello, il Piccardo e i fraterni amici della mitica San Leo.

Gli hobby di Ottorino ? Davvero tanti. Innanzitutto, come uomo che amava la terra, era un appassionatissimo di bonsai. E poi la cucina. Infatti, più volte si cimentava ai fornelli, prediligendo il dolce sul salato, il tutto accompagnato da quei vini pregiati dei quali era un grande collezionista. Ma era anche molto attratto dai mercatini dell'antiquariato e dal mare la cui bellezza e fascino li coniugava nelle sue belle vacanze in Sicilia.

Era conosciutissimo anche al mercato ortofrutticolo che ha frequentato per anni e dov'era stimato e benvoluto. Era legatissimo alla famiglia: alla moglie Roberta, al figlio Nicola e alla sua compagna Laura.