Sei in Gweb+

Mezzani piange Poli

«Ciao Paolo, ti porteremo con noi sulla Vespa»

06 aprile 2020, 05:02

«Ciao Paolo, ti porteremo con noi sulla Vespa»

MEZZANI Era un trascinatore Paolo Poli, mezzanese scomparso nei giorni scorsi a soli 60 anni.

Era stato il trascinatore, in passato, dell’associazione ciclistica Ac La Veloce di cui era stato presidente per tanti anni e lo era tuttora per «I temerari d’Amsan», Vespa Club che raduna appassionati di Mezzani, Colorno e Parma. A ricordarlo sono i compagni di tante uscite in sella alla Vespa.

«Il nostro gruppo si è formato lo scorso anno - dicono gli amici commossi - e si era subito creato un ottimo feeling. Paolo era il nostro punto di riferimento. Era stato il fondatore e organizzatore delle prime uscite insieme: indimenticabile quella al lago di Garda della scorsa estate e poi altri tour a Collecchio e nella Bassa reggiana. Paolo era in prima fila anche per organizzare i primi appuntamenti del 2020: si stava già dando da fare per una tre giorni a Riccione e per un’altra uscita in agosto in Trentino».

Cresciuto a Mezzani aveva iniziato a lavorare alla ditta metalmeccanica Ocm di Mezzano Inferiore. Poi era arrivato l’impiego come autista della Tep quindi, una volta raggiunta la pensione, aveva ripreso a collaborare con la Ocm. Tra le sue passioni anche quella per la pesca. Lo scorso anno si era impegnato anche sul piano politico-amministrativo entrando a far parte della squadra di «Fare meglio» che aveva candidato a sindaco di Sorbolo Mezzani l’attuale consigliere di minoranza Gianni Soncini che ha rivolto un messaggio di vicinanza alla famiglia Poli.

Paolo lascia la madre Gianna, il padre Alessandrino, la moglie Sandra e il figlio Graziano.

«È stato un padre attento e sempre presente, un vero punto di riferimento per tutti noi», ha aggiunto il figlio.

c.cal.