Sei in Gweb+

COMUNE

Langhirano, si dimette l'assessore Di Martino

08 aprile 2020, 05:05

Langhirano, si dimette l'assessore Di Martino

MARIA CHIARA PEZZANI

 

LANGHIRANO Federica Di Martino ha annunciato le dimissioni da assessore al bilancio, alla cultura e al turismo del comune di Langhirano, ruolo ricoperto nel mandato 2014-2019 e confermato dopo la scorsa tornata elettorale. La decisione, formalizzata lo scorso 27 marzo, è stata resa nota dalla stessa Di Martino. «Le condizioni organizzative del mio studio professionale, che fino ad ora mi avevano consentito di assumere l’incarico di assessore e di svolgerlo dedicando tutto il tempo necessario, sono venute meno a causa dell’emergenza economica, diretta conseguenza di quella sanitaria, per cui la mia costante presenza a fianco dei collaboratori dello studio è ritornata ad essere indispensabile» ha detto. Le aziende hanno ora infatti bisogno dell’assidua assistenza dei loro commercialisti, per accompagnarle nel percorso di salvaguardia e rinascita. E per Di Martino infatti l’emergenza sanitaria ci sta mettendo di fronte al momento di compiere delle scelte. «Pur comprendendo le difficoltà in cui si trova ad operare il comune di Langhirano in questo periodo, la mia decisione non ha arrecato alcun danno o rallentamento in quanto le deleghe che mi erano state affidate non sono direttamente coinvolte nella gestione dell’emergenza. Il bilancio, dopo le decise azioni volte al risanamento, si trova ora in uno stato di equilibrio e stabilità. Il settore cultura è purtroppo fermo così come quello del turismo e il prossimo assessore avrà tutto il tempo per riprogrammare le attività». L’ex assessore manterrà invece il ruolo di consigliera comunale «nel rispetto dei tanti concittadini che mi hanno votato lo scorso maggio», così come la partecipazione alla Conferenza delle Elette della Regione Emilia-Romagna sul tema delle pari opportunità e contrasto alla violenza di genere. «Ringrazio il sindaco Giordano Bricoli per la fiducia che mi ha accordato, i dirigenti e i dipendenti comunali, tutte le persone che mi hanno sostenuta in questi anni, in particolare i miei concittadini/e di Pilastro. Abbiamo lavorato tanto in vista di Parma 2020, riuscendo a delineare e creare un progetto, «Valparma e dintorni 2020», capace di riunire e mettere in rete sette comuni. Un lavoro che ci ha coinvolto fin dall’estate 2018. Dispiace non poter assistere al frutto di questo importante impegno, ma sicuramente lo farò da spettatrice».