Sei in Gweb+

Lutto

Fidenza, addio a Giorgio Gotri: Conad perde il suo presidente

10 aprile 2020, 05:06

Fidenza, addio a Giorgio Gotri: Conad perde il suo presidente

Una vita intera dedicata all’imprenditoria: se n’è andato a 72 anni, Giorgio Gotri, il fondatore della Nuovo Borgo Supermercati che poi nel tempo si è trasformata in Superborgo Conad.

Era un personaggio molto conosciuto proprio per la sua lunga attività nel settore del commercio su larga scala. Dalla sua bottega di macelleria era arrivato alla più importante rete distributiva della città e non solo.

Era il lontano 1982 quando alcuni titolari di negozi , un macellaio, appunto Gotri, un fruttivendolo e un salumiere, avevano deciso di aggregarsi, costituendo una società e convogliando le loro licenze in unica attività.

Aprirono così un supermercato a marchio Conad. Erano anni di grande fermento e il marchio cominciava a farsi conoscere: i tre coraggiosi bottegai avevano compiuto il primo importante passo: L’inizio non era stato certo facile, anche perché la gente a Fidenza non era ancora del tutto abituata ai supermercati, ma loro avevano capito che poteva essere una sfida vincente: il modello commerciale del futuro, il sistema distributivo destinato ad affermarsi non poteva che essere quello.

Insomma, scommessa vinta: per Giorgio Gotri e soci, il sogno si era avverato.

Erano nati così tre supermercati: quello di Fidenza, uno a Soragna, uno a Fontanellato. In seguito poi le aperture in territorio piacentino. Lavoro, pazienza, coraggio intraprendenza, professionalità, avevano contraddistinto la carriera di Gotri, che era poi rimasto alla guida come presidente della società per anni.

Una sfida in cui lui aveva creduto e che nel tempo gli aveva dato pienamente ragione. Un’azienda che Gotri aveva visto crescere, con centinaia di dipendenti, con ottimi bilanci, e aumentata in termini di servizi e management. Ogni giorno, Gotri, era presente nel supermercato, la «sua» creatura, che aveva seguito passo dopo passo, fino a vederla diventare un gigante.

Lo scorso anno durante una grande festa che aveva riunito tutta la grande famiglia dei Conad, Gotri era presente, accerchiato da tutti quelli che erano stato i suoi collaboratori per anni. Una profonda emozione, che lo aveva commosso.

Era stato premiato anche con diversi riconoscimenti proprio per il contributo che aveva apportato all’imprenditoria negli anni della sua carriera. Finché la salute gliel'ha permesso ha partecipato a battute di caccia, la sua passione, anche all'estero. Giorgio Gotri ha lasciato la moglie Anna, il figlio Lorenzo con Federico e Stephanie, la sorella Patrizia con Irene.

Non essendo possibile celebrare i funerali in questo periodo, appena possibile, Giorgio sarà ricordato con una messa a suffragio. La salma riposerà nella cappella di famiglia nel camposanto della città.

s.l.