Sei in Gweb+

CORONAVIRUS

Addio al «salsese» Jean Renè Corradi, manager degli hotel di lusso

15 aprile 2020, 05:06

Addio al «salsese» Jean Renè Corradi, manager degli hotel di lusso

Salsomaggiore piange la scomparsa, dovuta al Covid-19 di Jean René Corradi avvenuta all’ospedale di Piacenza in seguito all’aggravamento delle sue condizioni di salute.
Nato a Perreux sur Marne, nei pressi di Parigi, nel 1962, Corradi si era trasferito in Italia negli anni ’70: aveva cominciato a lavorare a 21 anni al Grand Hotel et de Milan, assumendone la direzione all’età di 24, frequentando contemporaneamente la facoltà di Giurisprudenza all’Università di Parma e, una volta raggiunta la laurea, svolgendo il praticantato a Piacenza. Successivamente diresse alcuni alberghi di categoria «5 stelle lusso»: Imperiale di Santa Margherita Ligure, Miramonti a Cortina d’Ampezzo, Villa Igea a Palermo e San Domenico di Taormina. E poi ancora l’Aldrovandi Palace Hotel di Roma e l’incarico dalla Conrad International Hotels per il Metropole di Montecarlo, entrambi Leading Hotel. Nel 1994 divenne general manager della società Portolaconia Hotels di Verona, che contava 7 alberghi a 4 e 5 stelle sulle dolomiti (hotel Perla Madonna di Campiglio), in Costa Smeralda (Golf Hotel Cala di Volpe) e in Toscana (Golf Hotel Punta Ala).

Nel 1999, su incarico dell’amministratore delegato di Gardaland, seguì tutte le fasi di progettazione della struttura alberghiera, a 4 stelle, da collegare al parco divertimenti. Persona dal carattere forte, uomo colto, amante della musica, un vero e proprio trascinatore, Jean René Corradi aveva saputo farsi apprezzare da colleghi, superiori e clienti. La sua capacità manageriale lo portò a diventare inoltre direttore generale del Moevenpick Hotel Central Park e successivamente consulente dell’amministratore delegato della società proprietaria dell’hotel Quirinale a Roma. La grande esperienza maturata negli anni in ambito manageriale, gestionale, fiscale e legale culminò nell’incarico ottenuto, per conto di un fondo di investimento europeo, come project manager di iniziative turistico alberghiere in Marocco, con particolare attenzione allo studio di nuove proposte di investimento, occupandosi di progetti turistici, realizzazione di golf resorts, hotels a 5 stelle gran lusso, studi di fattibilità di Porticcioli turistici e infrastrutture. L’ultimo incarico a cui si stava dedicando con le consuete tenacia e determinazione era di consulenza per un fondo straniero di investimenti che gli aveva affidato la ricerca, la selezione e lo sviluppo di strutture alberghiere atte alla creazione di una catena d’alberghi di lusso in Italia e all’estero. Jean René Corradi ha lasciato la moglie Marcella. M.L.