Sei in Gweb+

Solignano

Vittorina Barilli: «La mia vittoria contro il coronavirus»

16 aprile 2020, 05:02

Vittorina Barilli: «La mia vittoria contro il coronavirus»

VALENTINO STRASER

SOLIGNANO Virus sconfitto, dopo oltre tre settimane di sofferenza.

A superare la terribile esperienza è Vittorina Barilli, pensionata, coordinatrice degli Auser di Solignano, l’associazione impegnata nella cura del verde del paese che opera anche nel servizio di taxi sociale e persegue altre finalità a sfondo sociale, coordinate dal Comune.

La malattia si è manifestata all’improvviso con febbre alta, oltre i 39 gradi, accompagnata da un senso di spossatezza e di malessere.

«Dopo i primi sintomi - spiega Vittorina - mi sono rivolta al medico che mi ha fatto trasferire d’urgenza al pronto soccorso del Maggiore. In quei momenti ho sentito la vicinanza di conoscenti e un senso di solidarietà da parte dell’amministrazione comunale».

L’esperienza vissuta al pronto soccorso «è stata drammatica, con persone sofferenti, che piangevano in preda alla disperazione. Per altre, invece, è toccata una sorte ben peggiore».

Dopo la permanenza al pronto soccorso, Vittorina è stata trasferita al Padiglione Barbieri e poi a Vaio, a Fidenza.

«Il supporto psicologico è stato molto importante in quei momenti di grande difficoltà, con lo spettro di una malattia in fase di progressione, accentuata dall’ossigeno-terapia, per sopperire alle difficoltà respiratorie». A Vaio, l’ultima tappa prima di lasciare definitivamente l’ospedale, «ho avuto modo, insieme alla mia compagna di stanza, Maria Orsi, originaria di Albareto ma residente a San Michele Tiorre, di ricevere cure e premure dal personale medico e infermieristico. Durante il ricovero essendo affetta da un’altra patologia, che si è sommata al Covid 19, lamentavo fortissimi dolori alle gambe ma, anche in quel caso ho trovato gentilezza, premure, professionalità e tanto impegno da parte degli operatori sanitari nell’alleviare i miei dolori. Dopo quelle interminabili giornate, segnate da dolore, sofferenza e drammi, l’esito dei tamponi è stato finalmente negativo. È stata una vera e propria liberazione».

Ora Vittorina, dopo la degenza, è rientrata nella sua abitazione a Solignano, assistita dal figlio. Le sue condizioni di salute sono buone, ma una malattia pregressa le sta creando difficoltà di deambulazione: «ho fatto richiesta di ausili sanitari - conclude Vittorina - una carrozzina per spostarmi in casa e spero di essere sottoposta quanto prima a una terapia di riabilitazione per poter tornare a camminare in modo autonomo».

 

VALENTINO STRASER SOLIGNANO Virus sconfitto, dopo oltre tre settimane di sofferenza. A superare la terribile esperienza è Vittorina Barilli, pensionata, coordinatrice degli Auser di Solignano, l’associazione impegnata nella cura del verde del...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal