Sei in Gweb+

LUTTO

Solignano, addio all'alpino Loris Ghielmi

08 maggio 2020, 05:06

Solignano, addio all'alpino Loris Ghielmi

VALENTINO STRASER

 

SOLIGNANO Ha suscitato profondo cordoglio la scomparsa, all’età di 65 anni, di Loris Ghielmi, alpino. Originario di Montechiarugolo, era in pensione e abitava a Traversetolo con la sua famiglia. Da diverso tempo era attivamente impegnato a Solignano, un paese che aveva «sposato» e frequentava assiduamente, soprattutto dopo aver ristrutturato un’antica casa in pietra a case Oppici, di proprietà della famiglia di Sandrina, la moglie. Aveva lavorato per oltre 30 anni alla Columbus di Martorano e poi, l’ultimo anno, alla Sani Trasporti. Alpino nell’8° Reggimento Alpini, era iscritto all’Ana dal 2007, e negli ultimi anni aveva ricoperto l’incarico di segretario del Gruppo Alpini di Solignano.

Messaggi di cordoglio sono pervenuti dai gruppi alpini, dal mondo del volontariato, dall’amministrazione comunale di Solignano e dal sindaco Lorenzo Bonazzi. Loris Ghielmi, ricorda un amico, era «umanamente grande». Generoso, attivo, dinamico, sempre pronto a intervenire per opere di beneficenza e il bene della gente. Preciso e scrupoloso nell’organizzazione delle celebrazioni, lavorava per valorizzare al meglio le feste che riflettevano il passato, mantenendo il legame con la modernità. Tantissime le iniziative che aveva promosso in questi ultimi anni: dalle gite scolastiche su Cima Grappa nel 2017 nel centenario della Grande Guerra, e a Montello in provincia di Treviso nel 2019, alle tradizioni locali. Con la comunità di Oriano aveva fatto riscoprire la ricorrenza del monte Sant’Antonio, promosso la sistemazione della Croce sul monte di Solignano, e promotore del recupero del monumento di Prelerna. Recentemente si era impegnato per la raccolta di fondi da devolvere alla pubblica assistenza di Solignano per l’acquisto di un nuovo mezzo.

Loris, sottolinea il capogruppo di Solignano Alessio Nagasi, era l’anello di congiunzione tra la sezione di Parma, i gruppi alpini con quello di Solignano. Collaborava con Parma Alpina pubblicando articoli e foto sulle gite e le manifestazioni nella baita di Solignano. Cerimoniere preparato sulle festività istituzionali, era sempre disponibile e presente nella vita sociale di Solignano e assiduo collaboratore con tutte le associazioni del Comune. Con la scomparsa di Loris Ghielmi viene a mancare nel paese una colonna portante e impegnata nel sociale.

Lascia la moglie Sandrina, il figlio Andrea, la nuora Romina, i nipoti Veronica e Santiago.