Sei in Gweb+

Commercio

Bancarelle della Ghiaia, ipotesi di trasloco al Tardini

14 maggio 2020, 05:07

Bancarelle della Ghiaia, ipotesi di trasloco al Tardini

GIAN LUCA ZURLINI

Da tempio del calcio a cuore del commercio popolare della città. È il destino che potrebbe attendere nelle prossime settimane il mitico stadio Tardini.

Proprio all'interno dell'impianto di piazzale Risorgimento potrebbero infatti essere trasferite provvisoriamente le bancarelle del mercato bisettimanale degli ambulanti della Ghiaia che dovrebbe riprendere la prossima settimana dopo oltre due mesi di sospensione dovuta al coronavirus. Le nuove normative per la sicurezza che obbligano alla perimetrazione e al controllo degli accessi alle aree mercatali, infatti, rendono impossibile la ripresa del mercato secondo la collocazione dei posteggi come era prevista sino a inizio marzo. Troppi gli accessi possibili e anche troppi i punti da tenere sotto controllo. Di qui l'avvio di un confronto fra le associazioni di categoria e l'assessore al Commercio Cristiano Casa che in questi giorni stanno studiando le possibili soluzioni.

LE SCELTE SUL TAPPETO

«Posto che la priorità assoluta, sia nostra che degli operatori, è quella di garantire la sicurezza sanitaria dei frequentatori dei mercati degli ambulanti - dice Casa - abbiamo affrontato il problema alla luce delle normative. Ed è apparso subito chiaro che garantire la permanenza in Ghiaia del mercato secondo i vecchi criteri non era possibile. Per questo è in corso un confronto per valutare le diverse ipotesi in campo con l'obiettivo di arrivare a una soluzione che sia prima di tutto praticabile, ma anche condivisa con gli operatori». Al Tardini le bancarelle troverebbero posto nell'antistadio nel settore che porta verso la curva Nord, con ingresso e uscita separati tra l'entrata di viale Partigiani e i cancelli su piazzale Risorgimento. Il Comune ha già acquisito il parere favorevole del Parma calcio all'utilizzo dell'area, ma servono ulteriori approfondimenti. Un'altra idea sarebbe quella dello sdoppiamento in due turni del mercato fra mattina e pomeriggio collocando le bancarelle solo in Piazza Ghiaia, ma qui ci sarebbe il problema delle difficoltà create ai negozi dagli ingressi contingentati delle persone. Una decisione verrà presa nei prossimi giorni, mentre tutti gli altri mercati di quartiere resteranno nelle loro collocazioni tradizionali, visto che ovunque c'è la possibilità di rispettare le nuove normative.