Sei in Gweb+

CORONAVIRUS

Test sierologici, boom di prenotazioni

14 maggio 2020, 05:08

Test sierologici, boom di prenotazioni

LUCA MOLINARI

Sono già migliaia i parmigiani che hanno richiesto di effettuare i test sierologici.

I laboratori autorizzati del parmense già da lunedì sono stati letteralmente subissati di prenotazioni.

Tanto che in alcuni casi sono state previste delle sedute straordinarie di prelievi anche nel pomeriggio.

Martedì mattina intanto sono stati effettuati i primi test sierologici ai privati cittadini. Tutto si è svolto senza particolari intoppi dato che i laboratori devono rispettare delle rigide disposizioni per garantire la massima sicurezza dei pazienti e degli operatori.

Ad esempio, deve entrare un paziente alla volta, non si può sostare nelle sale d’aspetto e tutti gli esami devono essere effettuati fissando precedentemente l’orario, in maniera tale da evitare assembramenti anche all’esterno delle strutture.

«Stiamo facendo tutto il possibile per effettuare quotidianamente i test sierologi al più alto numero di pazienti - spiega Alberto Tardini (Centro Emiliano Ricerche Biomediche) –. Il tutto nel massimo rispetto delle disposizioni di legge. In media, tra tempo di accettazione e prelievo, servono dieci minuti a paziente. Stiamo effettuando una trentina di esami al giorno, ma l’obiettivo è quello di implementare ulteriormente questo numero, dato che le persone in attesa sono tante e continuano a crescere».

In prima linea anche il poliambulatorio Città di Collecchio dove le prenotazioni stanno crescendo in maniera esponenziale.

«I primi posti disponibili, al momento, sono per lunedì 25 maggio» spiega Emanuele Tragni.

E aggiunge: «Abbiamo deciso di aprire delle sedute straordinarie di prelievi pomeridiane per venire incontro all’enorme numero di richieste finora ricevute».

I medici di medicina generale al momento stanno optando soprattutto per il cosiddetto «prelievo venoso quantitativo» (ossia quello con risposta dopo ventiquattro ore), mentre le aziende per i test rapidi. «L’impegno è massimo su entrambi i fronti – conclude Tragni – ma le richieste sono davvero tantissime». Grande lavoro anche per il Laboratorio di analisi mediche Città di Fidenza.

«Stiamo ricevendo tantissime richieste, siamo letteralmente assediati – spiega Vittorio Cupola –Come laboratorio siamo presenti in cinque comuni diversi , ma il trend è molto simile ovunque. Faremo tutto il possibile per svolgere i test nel minor tempo possibile, ma in alcuni centri siamo arrivati a un’attesa di venti giorni».

La casa di cura Città di Parma sta ricevendo tantissime chiamate e partirà con i test nella giornata di oggi «attraverso protocolli ben definiti, per garantire la massima sicurezza ai pazienti e agli operatori» come precisa il direttore sanitario Luigi Lagnerini, confermando il grande interesse da parte dei parmigiani verso i test sierologici.

Tante infine le telefonate ricevute fin dalla giornata di lunedì dal laboratorio analisi Nuovo Sant’Orsola di Parma, che inizierà ad effettuare i primi test sierologici soltanto la prossima settimana. E’ comunque possibile prenotarsi telefonicamente a partire da domani.