Sei in Gweb+

LA RIAPERTURA

Fase 2: viaggio nei mercati rionali, scaglionati tra le bancarelle

20 maggio 2020, 05:02

Fase 2: viaggio nei mercati rionali, scaglionati tra le bancarelle

ISABELLA SPAGNOLI

Ieri è stata una giornata di mercato, nonostante il maltempo, in significativa ripresa. Il primo martedì dopo l’apertura generale dello scorso 18, ha visto (dalle 7 alle 14) montare i loro gazebo, i banchi alimentari di piazzale Salsi e via Osacca che, già dalle prime ore del mattino, hanno richiamato l’attenzione degli abitanti del quartiere. Persone di tutte le età (molte signore ma anche alcuni uomini) sono uscite presto e si sono fermate ad attendere il loro turno d’entrata davanti alle transenne sorvegliate da un vigilante che distribuiva guanti di lattice (per chi ne fosse sprovvisto) e gel disinfettante.

I cittadini, che per tutta la durata del mercato hanno adottato comportamenti responsabili mantenendo le distanze e facendo uso dei dispositivi di sicurezza, hanno potuto fare spesa con tranquillità. «Sono abituata a venire a comprare pesce e verdura qui tutte le settimane - spiega Fausta che abita in viale Piacenza -. Quando hanno chiuso il mercato, ho provato un senso di smarrimento. Da anziani le abitudini sono fondamentali. Mi sono sentita persa. Per me venire al mercato significa fare due passi vicino a casa. Unisco all’utile il dilettevole».

I banchi non sono molti, ma la gente trova tutto il necessario. «Più che la ripresa è stata dura la chiusura -, commenta Vito che vende frutta e verdura -. Già da qualche martedì abbiamo ripreso a vendere, ma, oggi, finalmente terminato il lockdown, abbiamo notato un incremento di clienti».

Davanti al banco della gastronomia «Il Bocconcino», un paio di signore aspettano il loro turno. «Che gioia poter portare a casa un piatto pronto – commenta una di loro -. Anche se il mercato aveva già ripreso nelle settimane scorse, abbiamo preferito aspettare oggi, per uscire con più libertà».

Il banco di pesce Ajolfi sottolinea il rispetto e la buona educazione dei clienti. «L’affluenza è stata molto buona, siamo contenti. Peccato che la pioggerellina non smetta di scendere». Anche i banchi del tradizionale mercato di piazzale Salsi del quartiere San Leonardo (all'interno di via Venezia) accolgono una discreto numero di clienti. All’entrata del mercato si notano due distributori di bigliettini numerati. Il primo dà accesso ai banchi di formaggi e pesce, l’altro all’ortofrutta.

Anche qui le persone entrano scaglionate. «La gente è venuta in sicurezza. Si sente tranquilla e fa la spesa con calma – spiega Marco del banco di frutta e verdura che, davanti alla cassa, ha posizionato un lastra di plexiglass, per essere separato dai clienti -. Mi sono premunito di mettere a disposizione anche il gel disinfettante. Io sono fiducioso. Nonostante il maltempo, la gente è venuta e abbiamo lavorato».

La collega che, invece, ha il banco vicino al suo è delusa: «Meno male che non ho portato il commesso, in quanto non ho fatto neppure i soldi delle spese. Spero che da martedì si lavori di più».

Anche in piazzale Salsi campeggia il banco di pesce. La commessa sottolinea: «Peccato per la pioggia, perché la giornata era partita bene. Sono rimasta stupita dall’alto senso civico delle persone: nessuno ha trasgredito alle regole».

Il commesso del banco dei formaggi conclude: «La pioggia di fine mattina non ci ha aiutati, ma abbiamo comunque lavorato, piano piano ci avviciniamo, fiduciosi, alla normalità».

La signora Matilde conclude: «Venire a far spesa al mercato è come ritrovarsi in famiglia, ha un “sapore” intimo, al quale non rinuncerei mai».

 

ISABELLA SPAGNOLI Ieri è stata una giornata di mercato, nonostante il maltempo, in significativa ripresa. Il primo martedì dopo l’apertura generale dello scorso 18, ha visto (dalle 7 alle 14) montare i loro gazebo, i banchi alimentari di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal