Sei in Gweb+

LA RIAPERTURA

Commercio, un buon inizio. 'E ora tenere alta la guardia'

25 maggio 2020, 05:02

Commercio, un buon inizio. 'E ora tenere alta la guardia'

Un buon inizio. Con, è ovvio, alcune cose da migliorare ma che, grazie alla collaborazione anche tra esercenti e forze dell'ordine, rappresenta un punto di partenza che fa ben sperare.

E' positivo il giudizio sul primo fine settimana di riapertura da parte dei rappresentanti delle associazioni di categoria. Che hanno speso interi giorni, nelle scorse settimane, per informare e formare gestori ed esercenti.

«I nostri associati hanno vissuto questa riapertura anche con una certa tensione - spiega Ugo Bertolotti, presidente della Federazione Italiana Pubblici esercizi aderente ad Ascom. - Il timore era quello di sbagliare ma l'impegno e il senso civico espresso da parte di tutti ha dato dei buoni risultati. In fondo la volontà di tutti era quella di aprire e per noi è stato molto importante farlo. Da parte di coloro che sono preposti ai controlli abbiamo riscontate una grande collaborazione e questo è positivo anche se ora mi aspetto un irrigidimento e un maggiore rigore che forse può essere giustificabile per evitare che a subire le conseguenze sia l'intera categoria».

«Penso, per esempio - prosegue Bertolotti - a una riduzione dell'asporti in certe fasce orarie per evitare assembramenti in piazze e aree verdi. Ma quello che conta è che si lavori per evitare in maniera assoluta una nuova chiusura che sarebbe veramente devastante per l'intero settore. Per ripartire tanti hanno fatto e stanno facendo sforzi ed investimenti che se si arrivasse ad un nuovo stop potrebbero provocare la cessazione delle attività. E questo non deve accadere».

Soddisfatto del primo week end di questa nuova fase è anche il coordinatore di Confesercenti Stefano Cantoni che ricorda che «una certa frenesia era facilmente prevedibile e che ora si deve comunque tenere alta la guardia».

«Tutti quanti dobbiamo riabituarci alla città che riprende vita dopo mesi di chiusura e silenzio - prosegue Cantoni - ed è normale se da parte di qualcuno c'è un po' di timore. Tuttavia è importante che la città abbia dimostrato di essere attrattiva per la sua gente e che il lungo lavoro di preparazione fatto abbia dato risultati positivi. In questo senso voglio ringraziare le forze dell'ordine per la loro collaborazione e adesso già guardiamo avanti. Sappiamo che ci sono alcuni aspetti da chiarire e da mettere a posto e ci siamo dati un obiettivo al 14 giugno per un monitoraggio. Confidiamo, ad esempio, che prosegua il lavoro di potenziamento dei plateatici dei locali che svolgono una funzione di regolamentazione naturale dei flussi. E ci appelliamo al buon senso di tutti». lu.pe.

 

Un buon inizio. Con, è ovvio, alcune cose da migliorare ma che, grazie alla collaborazione anche tra esercenti e forze dell'ordine, rappresenta un punto di partenza che fa ben sperare. E' positivo il giudizio sul primo fine settimana di riapertura...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal