Sei in Gweb+

LUTTO

Addio a Lucia Benassi, maestra amata da migliaia di scolari

28 maggio 2020, 05:05

Addio a Lucia Benassi, maestra amata da migliaia di scolari

ISABELLA SPAGNOLI

Sempre sorridente, capace di donare serenità a chi le stava accanto, Lucia Benassi aveva il dono dell’ascolto e della comprensione. Ora che è deceduta a 72 anni, dopo una lunga malattia che da febbraio l’aveva ulteriormente debilitata, i familiari la ricordano evidenziando il suo animo puro e gentile. Maestra amata dai parenti, dai tanti amici e da migliaia di scolari, Lucia (laureata in lettere) ha incominciato ad insegnare alle scuole elementari negli anni ‘70.

La prima destinazione fu la prima elementare a Bedonia. Non la spaventò la distanza e neppure ritrovarsi in quel paese lontano da tutto, in una sede che tanti consideravano disagiata. «Accettò l’incarico con gioia - ricorda la sorella Maria Grazia, ora in pensione dopo lunghi anni Corridoni - Decise di affittare un appartamentino insieme a una collega per non dovere andare avanti e indietro e visse un anno speciale, a suo dire, il più bello e ricco dal punto di vista delle relazioni umane. Quando le capitava di tornare a Bedonia, tutti la riconoscevano e la salutavano con affetto».

Successivamente insegnò alle elementari di Medesano, di Vicofertile, di Carignano, poi a Parma alla Micheli e infine alla Jacopo San Vitale dove rimase fino alla pensione nel 2006.

«La passione per l’insegnamento era fortissima - aggiunge la sorella -. Lucia non si limitava a dare lezione alla mattina, ma anche durante il giorno, quando era a casa, si dedicava a progetti che potessero coinvolgere i suoi adorati alunni. Insegnava matematica e scienze. Era una maestra di una volta, autorevole ma sempre attenta alle esigenze di ogni alunno».

Non essendo sposata Lucia visse con i genitori che curò fino alla fine dei loro giorni con pazienza e amore. Da loro ereditò i veri valori della vita: il senso del dovere, l’attenzione agli altri, l’ascolto e la pazienza.

«Aveva adottato quattro bimbi a distanza ed era sempre aggiornata sui loro progressi e sulla loro crescita.

«Nostra sorella - affermano Luigi, Giorgio e Maria Grazia - li considerava suoi figli. Amava moltissimo i nipoti e gli otto pronipoti. Anche negli ultimi tempi, quando era stremata dalla malattia, aveva sempre un sorriso per loro e la sua porta era aperta per tutti. Era il pilastro della famiglia, punto di riferimento insostituibile».

Lucia, da sempre baciata dalla fede, è stata catechista in Ognissanti e presidente della «San Vincenzo de Paoli», l'associazione che fornisce assistenza ai poveri.

 

ISABELLA SPAGNOLI Sempre sorridente, capace di donare serenità a chi le stava accanto, Lucia Benassi aveva il dono dell’ascolto e della comprensione. Ora che è deceduta a 72 anni, dopo una lunga malattia che da febbraio l’aveva ulteriormente...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal