Sei in Gweb+

Rapina al Pablo

Rapina dopo mezzanotte: «Quell'uomo mi ha puntato una siringa alla gola»

03 giugno 2020, 05:08

Rapina dopo mezzanotte: «Quell'uomo mi ha puntato una siringa alla gola»

MICHELE CEPARANO

«Quell'uomo mi ha puntato una siringa alla gola e mi ha rapinata». Il terrore è ancora vivo nella voce di una donna di trent'anni che, nel quartiere Pablo, è stata rapinata da un malvivente che, minacciandola con una siringa, si è fatto consegnare il denaro contante che lei aveva nel portafoglio.

DOPO LA MEZZANOTTE
L'episodio, su cui sta indagando la polizia, è accaduto qualche giorno fa dopo la mezzanotte all'angolo tra via Marchesi e via Bocchi. La donna aveva appena parcheggiato. Una volta scesa si è trovata di fronte un uomo che senza usare giri di parole le ha intimato di dargli tutto quello che aveva. Per dare più forza alla sua richiesta, ha puntato alla gola della vittima una siringa. «Me l'ha puntata contro - racconta la trentenne che ha chiesto di mantenere l'anonimato - minacciandomi che, se non avessi fatto quello che mi chiedeva, mi avrebbe punto. Anzi, l'ha ripetuto spesso: "Guarda che ti pungo"».

ATTIMI DI TERRORE
Secondi di terrore che alla donna sono sembrati anni. Tanto che la trentenne non saprebbe dire quanto tempo è rimasta sotto la minaccia del rapinatore. «Non saprei proprio quantificare - dice -. Proprio non lo so. Ero come impietrita, questo sì me lo ricordo bene». La siringa non aveva il cappuccio. Forse, è la considerazione della vittima, «l'aveva appena usata». Chi può dirlo? Una cosa certa è, invece, che quel tipo faceva terribilmente sul serio. A volto scoperto, secondo la donna «avrà avuto tra i trentacinque e i quarant'anni. L'accento? A me è sembrato parmigiano». Il rapinatore, inoltre, «non portava la mascherina, quello l'ho notato subito. Indossava, invece, una felpa con il cappuccio calato sulla testa».

VOLEVA IL BANCOMAT
Lei gli ha dato i contanti che aveva nel portafoglio. Ma non tutto quello che teneva all'interno. «Voleva anche il bancomat e le carte di credito» riprende il racconto di quei terribili istanti. Che, però, la donna non gli ha consegnato anche perché, fortunatamente, è avvenuto qualcosa che in qualche modo ha spaventato il rapinatore.

LA FUGA
«In quel momento - continua - è arrivata un'automobile. Questo probabilmente lo ha spaventato perché, a quel punto, è fuggito. Se non fosse arrivata quell'auto forse sarebbe potuto accadere anche qualcosa di peggio, magari mi avrebbe costretta ad andare al bancomat e a prelevare. Sta di fatto che è scappato». La trentenne ha subito telefonato alla polizia per raccontare agli agenti l'episodio di cui era appena stata vittima. «Ci si sente violati nella propria libertà - commenta la vittima della rapina - da persone che non hanno tanto da perdere. Abito a Parma da più di dieci anni e posso dire che un tempo questa città era molto più tranquilla. Adesso, invece, le cose sono cambiate e spesso, non solo in periferia ma anche in centro, si rischia di fare brutti incontri. Dopo quello che mi è accaduto mi sto riprendendo solo adesso. Devo, però, aggiungere che forse, dopo tutto, mi è andata anche bene: mi ha portato via qualche euro, ma almeno non mi ha fatto del male».

LE ULTIME RAPINE
Questa non è l'unica rapina andata in scena negli ultimi giorni in città. La polizia sta, infatti, indagando anche su altri due episodi di rapina avvenuti lunedì ai danni di altrettante farmacie, la Costa di via Emilia Est e la Montebello. Dietro ai due raid, che sono avvenuti a meno di tre ore uno dall'altro, ci sarebbe lo stesso uomo. Che ha agito indossando la mascherina e brandendo un coltello.

MICHELE CEPARANO «Quell'uomo mi ha puntato una siringa alla gola e mi ha rapinata». Il terrore è ancora vivo nella voce di una donna di trent'anni che, nel quartiere Pablo, è stata rapinata da un malvivente che, minacciandola con una siringa, si...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal