Sei in Gweb+

PARMA

Movida affollata e controlli, chiuso per 5 giorni un bar in via Farini

07 giugno 2020, 05:07

Movida affollata e controlli, chiuso per 5 giorni un bar in via Farini

Movida e gruppi di persone in strada come se nulla fosse accaduto in questi mesi. Piazza della Pace piena, così come via Cavour e le vie principali del centro. E se tanti parmigiani indossano mascherine e rispettano le regole, i giovani continuano ad essere i più indisciplinati. È insomma un altro weekend «caldo», con tanto di controlli. Le forze dell'ordine hanno pattugliato diverse zone di Parma per le verifiche sul rispetto delle norme anti-contagio: l'attività di un locale è stata sospesa. Affinché la «fase 3» dopo l'epidemia di Covid-19 abbia successo è fondamentale l'impegno di tutti. Intanto l'assessore Cristiano Casa promette: «Non ci saranno sconti per chi sgarra».

Dalla fine del lockdown fanno discutere le forme di assembramento che si generano con il passeggio del sabato e domenica e con la cosiddetta movida. Da un lato c'è la voglia naturale di ricominciare e ritrovarsi; dall'altro c'è la necessità di farlo in sicurezza. Ieri pomeriggio in centro c'erano gruppi di persone, non di rado giovani troppo vicini fra loro; talvolta senza mascherine. Lo stesso è capitato venerdì, soprattutto nella zona dei locali più frequentati: si è vista tanta gente l'altra sera - con gruppi di persone non proprio distanziate fra loro - e anche ieri la città era movimentata.

In questo weekend la questura ha coordinato un'attività di controllo del territorio che ha coinvolto Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Polizia locale. Nella sola serata di venerdì la Municipale, in supporto agli agenti della questura, ha controllato 14 locali fra bar e ristoranti, sia in centro sia lungo le principali arterie cittadine, come via Emilia Est. In un locale di via Farini, gli agenti hanno trovato una ventina di persone senza che fossero rispettati i distanziamenti previsti. Per il bar è scattata la sospensione dell'attività per 5 giorni, più 400 euro di multa. Nessuna multa a singole persone, ma nel caso di assembramenti (in strada o sulle panchine, ad esempio) potrebbero arrivare.

«La maggioranza delle persone ha metabolizzato le regole - spiega il comandante della Municipale Roberto Riva Cambrino -. L'attenzione è altissima, la voglia di ripresa va contemperata con le esigenze di sicurezza. Non si vuole vessare nessuno: sappiamo che in particolare i giovani devono recuperare sulla socialità però c'è modo e modo, in questo momento non si può fare tutto. Raccomandiamo prudenza». Per le forze dell'ordine, insomma, si prospetta un'estate ancor più impegnativa.

«Stiamo appurando che, in generale, c'è senso di responsabilità fra gli esercenti e nella stragrande maggioranza della gente - commenta Cristiano Casa, assessore comunale alle Attività produttive e alla Sicurezza -. Ma ci sono casi di persone ed esercenti che non hanno capito l'importanza di lavorare tutti insieme per cercare di impedire che questo virus possa diffondersi. Bene ricominciare a vivere, ce n'è bisogno dal punto di vista economico e non solo, ma è importante che ognuno abbia senso di responsabilità: è importante lavorare in sicurezza. Continueremo a sanzionare chi non lo farà: ci sono i controlli ma anche segnalazioni che arrivano dai cittadini, alla polizia municipale ma anche a me. Non ci saranno sconti per chi sgarra in una situazione come questa».

r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Movida e gruppi di persone in strada come se nulla fosse accaduto in questi mesi. Piazza della Pace piena, così come via Cavour e le vie principali del centro. E se tanti parmigiani indossano mascherine e rispettano le regole, i giovani continuano...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal