Sei in Gweb+

LUTTO

Albareto, addio al maestro-fumettista Fava

20 giugno 2020, 05:03

Albareto, addio al maestro-fumettista Fava

GIORGIO CAMISA

ALBARETO Sconforto e tristezza ad Albareto e nei comuni vicini per la scomparsa di Raffaello Fava, per tutti il «signor maestro». Raffaello era nato a Poviglio di Reggio Emilia il 5 ottobre del 1929, aveva iniziato giovanissimo ad insegnare a Volpara di Anzola, nel comune di Bedonia, e poi in altri paesi della provincia, per concludere la sua carriera (dopo 40 anni di servizio) nella scuola Michele Vitali di Parma.

Il maestro Fava era benvoluto da tutti i suoi alunni, anche perché era disegnatore di fumetti che aveva raccolto nel libro «Le avventure di Log-uomo primitivo» ideato per spiegare la storia ai suoi ragazzi.

«Ogni giorno della mia carriera ho imparato qualcosa dai miei scolari» ripeteva spesso e volentieri. Dopo la pensione, si era trasferito dalla città a Cacciarasca di Albareto, paese natale della moglie Iside, per continuare la sua innata attività culturale collaborando in qualità di vignettista e cronista con alcuni giornali come Candido, Il Travaso e Il Resto del Carlino di cui ne era stato corrispondente per la provincia di Parma.

Molto interessato alla storia e alla cultura locale: nel 1970 aveva ideato il giornalino Poviglioe nel 1980 era stato uno dei fondatori della Proloco di Albareto.

Negli ultimi anni sono stati pubblicati diversi suoi interventi sulla rubrica «Lettere al Direttore» della Gazzetta su argomenti di attualità e costume, trattati con ironia, arguzia e sensibilità.

Tanti i manoscritti del signor maestro che sono rimasti nel cassetto della sua scrivania ma uno di questi, il romanzo tragicomico «100 milioni al Superenalotto», era stato pubblicato nel 2011. Raffaello Fava coltivava molteplici atri interessi come la fotografia, per cui era stato premiato in numerosi concorsi, ed era inoltre attivo nel mondo dello spettacolo e della musica: presentatore di diverse manifestazioni locali, aveva avuto l'onore di affiancare personaggi famosi come Mike Bongiorno, Pippo Baudo, Corrado e fino a poco tempo fa era collaboratore dell'emittente televisiva RTA-Videotaro. In ambito musicale, si dilettava a suonare tastiera e fisarmonica, era membro del Coro Voci della Val Gotra, e per queste sue doti artistiche nel 2018 gli era stato conferito il premio Montegroppo music fest.

Oggi alle 15, nel rispetto delle regole Coronavirus, nella chiesa parrocchiale di Cacciarasca si terranno i funerali.

Il maestro Raffaello Fava lascia la moglie Iside con la quale aveva festeggiato da poco i 55 anni di matrimonio, la figlia Chiara con Massimo, la nipotina Linda e tanti amici che lo ricorderanno come un comunicatore capace di trasmettere valori e preziosi insegnamenti a tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

GIORGIO CAMISA ALBARETO Sconforto e tristezza ad Albareto e nei comuni vicini per la scomparsa di Raffaello Fava, per tutti il «signor maestro». Raffaello era nato a Poviglio di Reggio Emilia il 5 ottobre del 1929, aveva iniziato giovanissimo ad...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal