Sei in Gweb+

Movida

L'aperitivo? Ecco le nuove regole: tutti seduti

20 giugno 2020, 05:05

L'aperitivo? Ecco le nuove regole: tutti seduti

LUCA BERTOZZI

Sono forse cambiate le abitudini, ma per i parmigiani l’orario aperitivo resta un must. Ma cosa è cambiato dopo il lockdown?

«Negli ultimi giorni - spiega Matteo - le persone si sono definitivamente abituate a un modo diverso di fare l'aperitivo, ma per certi versi forse ancora più piacevole. Si sta seduti, c’è più calma». Sembra che per i parmigiani il focus della scelta sia su quanto spazio c’è fuori per potersi sedere. Prenotare spesso è obbligatorio, oppure come spiega di nuovo Davide «io ho anticipato l’orario dell’aperitivo di una mezz’ora, per non trovare poi ressa. Tutto sta nel cambiare leggermente le abitudini». «Il mio primo aperitivo da dopo il lockdown - spiega sorridendo Morena - e la scelta è ricaduta su un posto che avesse molto spazio all’aperto», mentre Alice accanto a lei aggiunge che «a volte prenotare è difficile, ma basta organizzarsi». Maria Vittoria ha invece due modi precisi per decidere dove fare aperitivo «il primo vale da sempre, ovvero dove so che posso bere e mangiare bene. In quest’ultimo mese scelgo più volentieri posti di amici, che dopo mesi di chiusura forzata stanno provando a ripartire». «Avere tanto spazio all’esterno è un bel vantaggio - aggiungono Matteo e Sara - per questo noi scegliamo sempre lo stesso posto. L’aperitivo non deve essere un momento di stress: se sappiamo che in un posto stiamo bene, torniamo». «Il centro forse paradossalmente ne esce forse svantaggiato - riflette Davide - perché fatta eccezione di alcuni locali, lo spazio per mettere o aggiungere tavoli è limitato». Per questo, aggiunge Cristian «bisognerebbe pensare, tenendo conto dei residenti e risolvendo i problemi legati ai parcheggi e ai rientri a casa, di pedonalizzare alcune strade in certi orari. Ipotesi che credo sia stata ventilata a Parma, e non solo. Aiuterebbe certamente i tanti bar che dopo mesi difficili, devono comunque lavorare con il contagocce». Cosa pensano infine le persone che stanno di là dal bancone? Pareri diversi. «La gente sta tirando la cinghia - spiega Eva Zanrè, di un bar del centro - e durante l’aperitivo questa cosa si nota», mentre Chiara Montanini in queste settimane ha riscontrato che «certamente abbiamo dovuto cambiare molto. Abituare i clienti a fare aperitivo seduti non è stato facile, ma i parmigiani in questo sono stati molto bravi ad adattarsi».

 

LUCA BERTOZZI Sono forse cambiate le abitudini, ma per i parmigiani l’orario aperitivo resta un must. Ma cosa è cambiato dopo il lockdown? «Negli ultimi giorni - spiega Matteo - le persone si sono definitivamente abituate a un modo diverso di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal