Sei in Gweb+

Piazzale Barezzi

All'asta il Palazzo dell'Agricoltore

30 giugno 2020, 05:06

All'asta il Palazzo dell'Agricoltore

LUCA MOLINARI

 

Lo storico «Palazzo dell’Agricoltore» di piazzale Barezzi va all’asta.

Il tentativo di vendita è legato alla procedura di concordato preventivo del Consorzio Agrario di Parma.

La base d’asta è di poco inferiore ai 3 milioni di euro (si tratta di 2 milioni e 975mila euro) e le eventuali offerte in aumento non potranno essere inferiori a 25mila euro. Chi desidera partecipare deve far arrivare l’offerta all’Ufficio Notarile Associato (piazza Boito 1/1) entro le 12 del 27 luglio prossimo.

L’immobile in questione, di ben seimila metri quadri, è stato eretto negli anni Quaranta sul terreno acquistato dal Consorzio Agrario di Parma (e da altri enti) e per decenni è stato il simbolo ed il luogo degli affari e delle questioni connesse al mondo dell’agricoltura provinciale.

All'interno del«Palazzo dell’Agricoltore» di piazzale Barezzi, nel corso del tempo è stata ospitata - tra l’altro - la sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura, del Consorzio della Bonifica Parmense, di associazioni di categoria, del Provveditorato agli Studi, di svariati uffici amministrativi universitari, regionali e provinciali.

Nell’ultimo decennio è stato occupato solo in minima parte e recentemente è stato completamente liberato. Solo un piano dei sei che lo compongono è per circa una metà di un altro proprietario.

La possibilità di vendita dell’immobile rappresenta un importante passo in avanti verso la conclusione della procedura di liquidazione del Consorzio Agrario, iniziata nove anni fa a causa del forte indebitamento accumulato. Questa procedura di concordato preventivo è una delle primissime «in continuità» e ha consentito a un ramo del Consorzio di proseguire la propria attività.

Il tribunale di Parma ha nominato come liquidatori giudiziali Luca Orefici, Vincenzo Piazza e Marco Bellora, quest’ultimo già Commissario governativo designato dal ministero competente a seguito dello scioglimento del Cda del Consorzio.

«La prospettata vendita - spiegano i liquidatori giudiziali - pur non conoscendosi ancora la destinazione che sarà riservata all’immobile ed i tempi dell’eventuale riqualificazione dello stesso, non può che essere accolta con estremo favore, proprio perché il passaggio in mani private consentirà di intraprendere le iniziative di riqualificazione che non sono possibili per una procedura concorsuale».

Il concordato ha sinora liquidato la maggior parte del patrimonio immobiliare del Consorzio Agrario di Parma destinato ai creditori e con la vendita di questo immobile «è prevedibile si aggiunga un’altra significativa quota di riparto in favore dei creditori chirografari, ossia quelli che non godono del diritto di prelazione, (si parla di una percentuale vicina al 10%, che si aggiungerebbe al 10% già corrisposto), essendo quelli privilegiati già stati interamente soddisfatti» precisano.

La speranza è duplice: da un alto, che lo storico palazzo possa essere acquistato e riqualificato per ridare vitalità a quella zona del centro storico, dall’altra, proseguire il processo di risanamento e consolidamento di un’importante e storica realtà aziendale del nostro territorio.

 

LUCA MOLINARI Lo storico «Palazzo dell’Agricoltore» di piazzale Barezzi va all’asta. Il tentativo di vendita è legato alla procedura di concordato preventivo del Consorzio Agrario di Parma. La base d’asta è di poco inferiore ai 3 milioni di...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal