Sei in Gweb+

Inchiesta

I negozianti del centro: «L'estate? La passeremo al lavoro»

30 giugno 2020, 05:08

I negozianti del centro: «L'estate? La passeremo al lavoro»

ISABELLA SPAGNOLI

Ferie o non ferie, quest’anno, per i commercianti di Parma? Dopo la chiusura forzata dei mesi scorsi, i negozi rimarranno aperti per tutta l’estate o abbasseranno le saracinesche?

Abbiamo passeggiato per il centro storico e abbiamo notato che la città, in luglio e agosto, sarà quasi tutta aperta, tranne qualche eccezione, anche durante le settimane più calde. Emanuela Held della profumeria Biba Beauty Center spiega: «Tranne i giorni di Ferragosto abbiamo deciso di tenere il negozio aperto. Sicuramente meno vacanze rispetto agli anni passati. I mesi persi non li recupereremo mai, ma oggi, a maggior motivo, occorre prestare ancora più attenzione al lavoro. Chi è nel commercio ha sposato una causa ben precisa: il nostro dovere è esserci anche nel rispetto dei nostri clienti». Lucia Volpe di Benetton Intimo (che preferisce non abbassare del tutto la mascherina) aggiunge: «Non abbiamo mai chiuso per tanti giorni consecutivi, durante l’estate, ma quest’anno, a maggior ragione, la decisione presa è stata quella di tenere sempre aperto. Abbiamo vissuto mesi di blocco totale e ora dobbiamo recuperare; le ferie possono attendere in futuro».

Laura Salveti della gioielleria Valenti sottolinea: «Abbiamo deciso di fare qualche giorno in meno di vacanza, ma il diritto alle ferie è sacro e quindi noi commesse faremo turni per coprire i diversi punti vendita che, comunque, qualche giorno, resteranno chiusi - spiega -. Quando si pensa al lockdown in tanti credono che il periodo di chiusura dei negozi ha permesso ai commessi di vivere a casa in serenità e riposo. Niente di più sbagliato. Il Coronavirus ha rappresentato uno stress fortissimo per tutti noi, è stato più stancante che lavorare 24 ore su 24. Quindi è giusto che in estate possiamo riposare e cercare di vivere le ferie in totale relax. Non si parla di tanti giorni, ma di un breve break ristoratore». Silvia Aimi del negozio di abbigliamento Napapijri spiega: «Non se ne parla di chiudere quest’estate. Anzi, per agevolare la clientela abbiamo deciso di tenere aperto anche il giovedì pomeriggio, quando di solito il negozio è sempre stato chiuso. In giugno abbiamo lavorato molto bene, la gente ha voglia di fare shopping, di tornare alla vita. Sarebbe sbagliato abbassare le saracinesche proprio ora che abbiamo cominciato a tirare un sospiro di sollievo». Chi chiuderà invece tutto agosto è la Libreria Diari di bordo. «Temo che la città in agosto sarà vuota come tutte le estati così, io la mia socia Alice Pisu, abbiamo deciso di chiudere da fine luglio a inizio settembre, come ogni anno. Rischieremmo di rimanere in negozio per niente», conclude Antonello Saiz. Luca Boni di Tuttociak, noleggio e vendita dvd, sottolinea: «Chiudere? Ma non ci penso neanche. I miei clienti, piano piano, stanno tornando, sarebbe sbagliato dopo un lockdown così lungo abbassare di nuovo la saracinesca per partire per le ferie. Voglio rimanere a disposizione di chi, in questi mesi, ha rinunciato a vedere film poiché era chiuso in casa. Al mare ho mandato il mio nipotino, per me nessun problema a tenere aperto il negozio».

Margherita Marchiani di Le arti decorative, galleria d’antiquariato, spiega: «Giorno per giorno verificheremo quando chiudere. Ora è presto per decidere. Dobbiamo verificare quando la città comincerà a svuotarsi, ma soprattutto se quest’anno accadrà. Qualche giorno penso proprio che ci assenteremo, ma dobbiamo vedere quando. Viviamo giorno per giorno». Nicholas Caredda del negozio di abbigliamento Timberland conclude: «Abbiamo notato parecchia affluenza negli ultimi giorni e da qui è stata presa la decisione di non chiudere assolutamente per tutta l’estate. A dire il vero la nostra politica, anche durante le estati scorse, è stata quella di limitare al massimo le ferie, ma dopo la pandemia che c’è stata agevoleremo ancora di più la clientela lasciando aperto anche il giovedì. Chiudiamo solo la domenica perché molti nostri clienti decidono di andare la mare in giornata e il passeggio è veramente basso».

 

ISABELLA SPAGNOLI Ferie o non ferie, quest’anno, per i commercianti di Parma? Dopo la chiusura forzata dei mesi scorsi, i negozi rimarranno aperti per tutta l’estate o abbasseranno le saracinesche? Abbiamo passeggiato per il centro storico e...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal