Sei in Gweb+

Via Milano

Bimbo investito, la rabbia della gente

04 luglio 2020, 05:08

Bimbo investito, la rabbia della gente

MARA VAROLI

Un incidente che ha scatenato molte reazioni e, sul momento, anche tanta rabbia: per i famigliari e per chi si trovava sul posto è stato per tutti un grande spavento.

Sta meglio, infatti, il bambino che giovedì sera è stato investito da un'auto in via Milano. Il piccolo, che compirà 3 anni ad agosto, era stato ricoverato in un primo tempo per i diversi traumi riportati nell'area rossi del pronto soccorso dell'ospedale Maggiore, dopodiché è stato trasferito in Pediatria d'urgenza: la preoccupazione maggiore era dovuta al trauma cranico e a una brutta ferita alla testa. Dopo i primi accertamenti durante la notte e gli esami specifici, compresa una tac, per verificare le conseguenze dell'incidente, il bambino oggi non piange più così forte e le sue condizioni iniziano a migliorare: la prognosi è di qualche giorno. I medici infatti, contano su un'evoluzione positiva e rapida, tant'è che è possibile che il bambino venga dimesso già a partire da lunedì.

Ma cosa è successo giovedì sera? E' ancora presto per chiarire l'esatta dinamica dell'incidente, che sarà ricostruita nei dettagli dagli agenti del reparto Infortunistica della polizia municipale. Ma secondo le prime ricostruzioni, pare che il piccolo intorno alle 21 si trovasse al bar di via Milano insieme al papà per guardare la partita di calcio. E a un certo punto, sia scappato improvvisamente in strada, forse perché proprio dall'altra parte c'è un parco giochi, dove in quel momento c'erano diversi bambini. E proprio mentre si trovava in via Milano, è arrivata un'automobile, una Fiat Tipo di colore scuro, guidata da un 58enne parmigiano che evidentemente si è trovato improvvisamente davanti il bambino: sembra che l'uomo abbia cercato in tutti i modi di evitare l'incidente, ma il piccolo è stato ugualmente urtato dall'auto. Per cui è caduto a terra: subito sono stati chiamati i soccorsi e tanta era la paura del papà e di tutte le persone che erano presenti. In via Milano sono arrivate un'automedica e un'ambulanza e il bimbo è stato subito trasportato al Maggiore. Per lo spavento, c'è chi ha persino aggredito a male parole l'autista 58enne, ma fortunatamente è rimasta solamente un'animata discussione, anche perché lo stesso autista era probabilmente provato per quello che era accaduto. Reazioni che comunque sono proseguite sui social il giorno successivo: c'è chi ha lamentato le file di auto sempre parcheggiate al bordo della strada e che limitano la visuale, e c'è chi ha sottolineato la pericolosità di un parco giochi troppo vicino a una via che in certi orari pare molto trafficata. E i bambini non sarebbero al sicuro.

 

MARA VAROLI Un incidente che ha scatenato molte reazioni e, sul momento, anche tanta rabbia: per i famigliari e per chi si trovava sul posto è stato per tutti un grande spavento. Sta meglio, infatti, il bambino che giovedì sera è stato investito...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal