Sei in Gweb+

Cattedrale

Solmi benedice il portale restaurato

05 luglio 2020, 05:05

Solmi benedice il portale restaurato

FRANCESCO FRANCESCONI

Il consolidamento e la salvaguardia del patrimonio storico-artistico passano attraverso la cura di ogni bene culturale. È per questa ragione che ieri mattina è stata celebrata la fine dei lavori di restauro del quattrocentesco portale maggiore della Cattedrale di Parma. L'evento, che ha visto la partecipazione di un nutrito gruppo di cittadini, è stato presieduto da diverse personalità di spicco: il vescovo di Parma Enrico Solmi; monsignor Raffaele Sargenti, presidente del capitolo della Cattedrale; Sauro Rossi, presidente della Fabbriceria della Cattedrale; il consigliere comunale Oronzo Pinto; il colonello Salvatore Altavilla, comandante provinciale dei carabinieri; Gaetano Bonaccorso, questore della provincia di Parma; Maria Giovanna Gibertoni, governatrice del Lions Club Emilia-Romagna; Susanna Pietralunga, presidentessa del Lions Club «Maria Luigia» di Parma; Manuela Catarsi, membro ed ex presidentessa del Lions Club «Maria Luigia», archeologa e funzionaria del Mibact; e il professor Stefano Volta di «Archè Restauri», azienda che ha eseguito l'intervento.

Lo stato conservativo del portale, che con le intemperie aveva perso l'antico splendore, ha indotto Luigi Vignoli, vicepresidente della Fabbriceria della Cattedrale, e la dottoressa Catarsi a farsi promotori del restauro, interamente finanziato dallo storico Lions Club cittadino, tutto al femminile, «Maria Luigia».

Ad inaugurare l'incontro è stato il presidente Rossi che, nel ringraziare gli ideatori e le finanziatrici, ha ricordato come questo evento «si ponga a coronamento di un'altra iniziativa, svoltasi due anni fa, in cui vennero installati oggetti di land art nel cuore di piazza». Il vescovo si è soffermato sul messaggio simbolico che si cela dietro questo intervento: «La porta, che è il segno di Cristo, è allo stesso tempo il segno delle porte che abbiamo dentro di noi e che permettono di accedere alle profondità di noi stessi. Queste porte aperte – prosegue Solmi – fanno emergere il bene che riusciamo ad esprimere e che è sempre ben custodito dentro di noi». Il vescovo ha poi posto l'accento su un restauro «dal valore assolutamente significativo dal punto di vista culturale, ma che allo stesso tempo racchiude un valore universale e specificatamente cristiano».

Dopo la solenne benedizione, monsignor Sargenti ha ricordato che attraverso questo portale «siamo invitati ad entrare all'interno di una chiesa che ha bisogno di darsi totalmente a tutte quelle forme di povertà, di malattia e di infermità che oggi ci affliggono». Il consigliere Pinto, che ha portato i saluti del sindaco, ha pubblicamente ringraziato il Lions Club «Maria Luigia» «per il riscontro pratico che i Lions hanno dato, non solo in termini di risorse personali, ma per il bene dell'intera città».

Orgogliosa la governatrice Gibertoni sottolinea come «questa sia la dimostrazione di quello che siamo disposti a fare per la collettività, grazie soprattutto all'attenzione che il club Maria Luigia ha sempre riservato alla valorizzazione e alla promozione della cultura». Alle parole della governatrice si sono aggregate quelle della presidentessa Pietralunga: «Nell'esternare la profonda gioia per questo nostro contributo, siamo felici di cementare il legame tra il nostro gruppo di amiche e il nostro territorio, in particolare grazie alla trasmissione dei nostri valori culturali, religiosi, artistici e storici».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

FRANCESCO FRANCESCONI Il consolidamento e la salvaguardia del patrimonio storico-artistico passano attraverso la cura di ogni bene culturale. È per questa ragione che ieri mattina è stata celebrata la fine dei lavori di restauro del...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal