Sei in Gweb+

Busseto

Addio a Romano Concari, l'agricoltore che ha sfidato il futuro

11 luglio 2020, 05:01

Addio a Romano Concari, l'agricoltore che ha sfidato il futuro

BUSSETO È scomparso a 84 anni Romano Concari, titolare del podere Cantone in Frescarolo di Busseto. Era un noto e affermato cooperatore, un amante della sperimentazione: fin dagli anni '60 aderì alle prime esperienze di cooperazione agricola di servizi; un passo avanti rispetto alla tradizionale cooperazione casearia, presente fin dai primi decenni del Novecento e tuttora nervatura del sistema Parmigiano reggiano.

Romano Concari è stato inoltre fra i promotori della cooperativa agricola la Rinascente, una fra le prime organizzazioni agricole a sperimentare la conduzione associata dei terreni a indirizzo zootecnico quale forma gestionale più integrata rispetto alle cosiddette «stalle sociali» fiorenti in quel periodo.

Una scelta piuttosto radicale che però si dimostrò vincente sia sul piano organizzativo che produttivo conseguendo risultati di prim'ordine e perciò diventando un modello apprezzato sia a livello provinciale che nazionale.

Il suo rapido consolidamento fornì le motivazioni per il successivo salto di qualità ovvero la costituzione, con altri partner, del caseificio Agrinascente che nel tempo ha realizzato nuovi e modernissimi impianti di trasformazione, stagionatura e di commercializzazione, diventando un vero e proprio fiore all'occhiello per Fidenza. Un modello di cooperazione casearia che guardava al futuro a cui Romano ha dato il suo fattivo contributo.

 Una vita attiva e dinamica la sua, una vita che ha saputo unire i valori tipici del mondo rurale come laboriosità, attaccamento alla famiglia e alle cose semplici della natura, solidarietà concreta alle iniziative sociali del territorio con quelli di professionalità e di spirito imprenditoriale, il tutto radicato su una solida base di fede religiosa.

«La memoria di Romano -

scrive in una nota Confcooperative Parma - rimarrà come esempio e, c'è da augurarselo, da stimolo per le nuove generazioni di imprenditori agricoli, sempre più frequentemente chiamati a affrontare le difficoltà legate a mercati estremamente competitivi e alla mercé di una globalizzazione che impone soluzione sempre più innovative e impegnative spesso realizzabili solo ricorrendo a modelli organizzativi complessi e efficienti. In questi contesti estremi la cooperazione ha sempre dimostrato di potersi giocare un ruolo determinante e concreto soprattutto nei lunghi periodi di difficoltà economica e sociale. L'improvviso decesso di Romano Concari lascia perciò un vuoto incolmabile per la moglie Maria Teresa, le figlie Monica e Elisa, il fratello Mauro, per diversi decenni direttore di Confcooperative Parma, i nipoti Martina, Vittoria, Emanuele, Beatrice e i tanti amici e colleghi che con lui hanno condiviso esperienze e splendidi momenti di socialità».

r.c.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

BUSSETO È scomparso a 84 anni Romano Concari, titolare del podere Cantone in Frescarolo di Busseto. Era un noto e affermato cooperatore, un amante della sperimentazione: fin dagli anni '60 aderì alle prime esperienze di cooperazione agricola...

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Costo: 6€/mese

Se sei già un utente abbonato a Gweb+

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola.Il costo è di solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal